Parma, Parolo: «Dobbiamo lavorare sui nostri errori»

© foto www.imagephotoagency.it

L’analisi di Parolo in conferenza stampa

PARMA PAROLO CONFERENZA STAMPA – Lunedì sera il Parma ha perso per tre a uno alla terza giornata di campionato con la Roma in casa al tardini. Molte polemiche arbitralli hanno seguito la sfida che il Parma non ha neppure giocato male, ne ha parlato oggi in conferenza stampa Marco Parolo. Trascriviamo integralmente le sue parole così come sono riportate sul sito ufficiale dei ducali.

QUALITA‘ – «Abbiamo fatto solo 1 punto in 3 gare. Potevano essere di più, è vero. Ma secondo me abbiamo sbagliato solo una gara, quella di Udine. Mentre con Chievo e Roma poteva finire diversamente. Comunque vogliamo ripartire prestazione lunedì sera contro Roma squadra tosta. Abbiamo mancato di approfittare delle loro mancanze. Abbiamo tutte le qualità per risollevarci e vogliamo fortemente fare risultato»

TESTA«E’ sicuramente una questione di testa e di concentrazione. Lo sappiamo. Di certo dobbiamo lavorarci e lo faremo, visto che ci è già capitato anche lo scorso anno. Ma abbiamo grossi margini di miglioramento e dobbiamo essere pienamente consapevoli dei nostri mezzi se vogliamo ripartire al più presto senza farci scoraggiare da questo inizio».

ARBITRI – «Io non voglio entrare nel merito delle decisioni arbitrali, ma se lo ritiene opportuno è giusto che la societa si faccia sentire. Che dica: “Ehi, c’è anche il Parma, ci siamo anche noi”. Ma nello spogliatoio noi non parliamo di arbitri. Non cerchiamo alibi e non ne vogliamo avere. Anzi. Anche il mister ci ha detto che dobbiamo lavorare sui nostri errori, perché ne abbiamo fatti e vogliamo eliminarli. La Roma non ci ha schiacciato. Abbiamo fatto la nostra partita. Abbiamo avuto anche occasioni per fare altri gol. E’ vero magari ci buttiamo troppo giù dopo un gol subito e che dobbiamo farci trovare concentrati a inizio tempo. A Catania non mi aspetto una bella partita dal punto di vista estetico e giocare da loro non è mai facile. Ma abbiamo tenuto testa alla Roma capolista, non vedo perché se ripartiamo dalla prestazione di lunedì, non dovremmo tenerla al Catania».