Perinetti tuona contro Lapadula : «Al Genoa per svernare». La replica dell’agente

Perinetti tuona contro Lapadula : «Al Genoa per svernare». La replica dell’agente
© foto www.imagephotoagency.it

Botta e risposta tra il ds del Genoa Perinetti e Libertazzi, agente di Lapadula, sul mancato approdo dell’attaccante al Parma

Se la fine del calciomercato ha significato tranquillità ritrovata per gran parte delle squadre di Serie A, questo non si può dire per il Genoa. Infatti, nelle ultime ore c’è stato un botta e risposta tra il direttore sportivo del Grifone, Giorgio Perinetti e Gianluca Libertazzi, agente di Lapadula.

L’attaccante è stato nel mirino del Parma durante la sessione invernale di mercato, ma poi alla fine l’affare è sfumato. Perinetti ha tuonato: «Lapadula ha rifiutato tutto, ora sembra ci sia ritorno di fiamma del Parma, che lo voleva già in estate, vediamo se preferisce andare a giocare o preferisce svernare a Genova». Parole a cui è seguita la replica dell’agente: «Ho ascoltato le dichiarazione del direttore Perinetti riguardo il mercato in uscita del Genoa e ci tengo a precisare che sono dispiaciuto del verbo “svernare” utilizzato dallo stesso nei confronti di Lapadula. Gianluca è un grande professionista e lavoratore e non ha nessuna voglia di “svernare” ma piuttosto avrebbe molta voglia di dimostrare il suo valore sul campo se gli venisse data la possibilità».

L’agente dell’ex Milan si scaglia contro la politica del direttore genoano, soprattutto dopo la cessione di Piatek«Lapadula con la maglia del Genoa nella scorsa stagione è stato il miglior marcatore nonostante l’utilizzo limitato. Quindi, forse, se invece di avere una società che ha deciso di farlo “svernare” lo facesse giocare, non ci sarebbe bisogno di andare a cercare attaccanti in giro per il mondo». 

Libertazzi, poi, ci tiene a precisare che il suo assistito non ha mai rifiutato nessuna destinazione, piuttosto non si sono verificate le condizioni ideali per un suo traferimento: «Preciso infine che dal Parma non è mai arrivato un interesse concreto e mi auguro a questo punto che gli vengano date le possibilità che merita».