Pescara, si lavora per la Serie B: tanti i giovani talenti seguiti

pescara - sassuolo campagnaro
© foto www.imagephotoagency.it

Il Pescara pensa al futuro: il club di Sebastiani lavora sul mercato alla ricerca di giovani talenti per rinforzare la rosa in vista della Serie B

Dopo la sconfitta con la Roma con la conseguente retrocessione matematica in Serie B, il Pescara comincia a pensare al futuro. La dirigenza del club abruzzese, infatti, è già a lavoro per allestire una squadra che possa disputare un ottimo campionato nella Serie Cadetta e puntare nuovamente al ritorno in Serie A. La società del Presidente Sebastiani vuole innanzitutto ringiovanire la rosa, provando ad investire su giovani promettenti. I due direttori sportivi, Leone e Pavone, lavorano già da alcuni mesi alla ricerca di talenti, soprattutto in Sudamerica, dove sono riusciti a stringere degli accordi con club argentini e uruguaiani. In Argentina, il Pescara sta trattando con il Newell’s Old Boy, squadra attualmente seconda nella Primera Division, a 3 punti dalla capolista Boca Juniors. Tra i giovani che più interessano agli abruzzesi ci sono: Escobar, difensore 21enne, Elias e Franco, centrocampisti 22enni e Fertoli, attaccante classe 1994. Ma non c’è solo l’Argentina: i biancazzurri, infatti, trattano anche con la Stella Rossa, per arrivare a Boakye, attaccante classe 1993 che fino a gennaio ha vestito la maglia del Latina, segnando 3 reti in 16 presenze in Serie B.