Razzismo: in Olanda sponsor ritira marchio, in Italia cacciato allenatore

© foto www.imagephotoagency.it

RAZZISMO DEN BOSCH CASALE – Dilagante la piaga del razzismo, che imperversa anche in Olanda: come riportato oggi da La Gazzetta Sportiva, martedì sera durante la sfida tra il Den Bosch e l’Az Alkmaar sono stati intonati cori razzisti nei confronti di Altidore. Gli effetti sono stati dannosi anche a livello economico, perché la Toshiba in occasione della partita col GoAhead Eagles ha deciso di togliere il suo marchio dalle magliette della squadra olandese: presa di posizione dura, che ha privato il club dello sponsor. In Italia, invece, sono scoppiate le polemiche per la reazione della dirigenza del Casale, che ha cacciato il tecnico della Berretti, Francesco La Tartara, per “eccesso di protagonismo”: l’allenatore non avrebbe presentato la squadra in campo per gli insulti a Fabiano Ribeiro, ma i vertici societari non avrebbero gradito la decisione dell’allenatore, che non aveva avvisato il club.