Retroscena Balotelli, la verità non detta sul contratto

balotelli
© foto www.imagephotoagency.it

Interessante retroscena su Balotelli, che sembrava dovesse svincolarsi a giugno per poi tornare in Italia

I retroscena su Balotelli, nel corso degli anni, non sono mai mancati e anche stavolta sta accadendo lo stesso. Nei giorni scorsi, Mino Raiola, agente del centravanti attualmente in forza al Nizza, aveva dichiarato che nel futuro del suo assistito poteva esserci, per davvero, un ritorno in Serie A: «Chi prenderà Balotelli a parametro zero farà un affare, questo è ovvio». Ma a non essere altrettanto ovvio è il fatto che lasci la Ligue 1 da svincolato.

«E’ uno dei più forti attaccanti in circolazione e sinceramente, se fossi nel Napoli, lo prenderei. Sarebbe la piazza ideale per lui». Discorso simile poi lo ha fatto anche alla Roma e a Monchi. A guastare i piani del potente procuratore, però, ci ha pensato il presidente del Nizza, Jean-Pierre Rivere, il quale a dichiarato a RMC Sport: «Probabile che Balotelli parta in estate, ma non voglio disturbarlo e quindi non ho ancora parlato dell’argomento nè con lui nè con Raiola. C’è un’opzione di rinnovo automatico del contratto a determinate condizioni: è fuori luogo parlare di calciatore svincolato e chi vorrà il cartellino di Mario Balotelli dovrà pagarci».