Roma, Baldini: “Ecco il mio progetto sulla Roma”

© foto www.imagephotoagency.it

Il futuro numero due della Roma sarà  Franco Baldini, ancora non si può dare l’annuncio ufficiale e mettersi a lavorare a causa della risoluzione del contratto con la Federazione Inglese, ma la certezza c’è già . Lo stesso Baldini ha rilasciato un’intervista a La Repubblica in cui illustra alcuni idee per la nuova proprietà : “A Trigoria la Primavera si allenerà  accanto e allo stesso orario della prima squadra, per far capire che il salto a titolare non impossibile. Abbiamo una squadra giovane, giocarci per i ragazzi non deve significare sfatare un tabù, ma vedere premiato un impegno. Il calcio va svecchiato anche in questo, i nostri acquisti sono sotto i 22 anni, fare entrare aria nuova non è male, invece di affidarsi all’usato. La Roma non intende ricorrere per chiedere riduzioni di squalifiche, anzi sarà  la prima a mettere fuori squadra i giocatori che si macchieranno di brutti falli e di comportamenti scorretti, anche non visti. Basta cercare scuse. Niente polizia negli stadi, niente tessera del tifoso, nessuna tribuna lontana. Non voglio vedere agenti in assetto di guerra, ma steward, perchè è chiaro che una certa coreografia, caschi e manganelli, suggerisce che il conflitto è una certezza più che un’eventualità . La forma conta come il contenuto. Voglio uno stadio con parcheggi, servizi, buoni mezzi di trasporto pubblici, non carovane da Far West. Voglio che le famiglie non si debbano preparare settimane prima alla partita, ma abbiano la possibilità  di andare allo stadio sane e salve in tempi rapidi. E godere e gioire del gioco, non spaventarsi per il pericolo.”.