Salisburgo-Lazio 4-1: pagelle e tabellino

berisha lazio-red bull salisburgo
© foto www.imagephotoagency.it

Salisburgo-Lazio, ritorno quarti Europa League 2017/2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Si conclude come nessun avrebbe potuto obiettivamente pensare: 4˗1 per il Salisburgo e Lazio fuori dalla competizione. Una partita a due facce, almeno fino al 60’. Dopo un primo tempo condotto magistralmente dagli uomini di Inzaghi, la partita si trasforma completamente rientrati dagli spogliatoi. Sebbene ad aprire le danze della goleada sia il gol di Immobile, a pochi minuti dall’inizio del secondo tempo, il pressing, la maggiore concentrazione e convinzione degli uomini di casa si manifesta fin da subito. E quando proprio quel gol avrebbe potuto tagliare le gambe, ecco uscire la forza degli undici di Rose che in un quarto d’ora ribaltano completamente il risultato dell’andata, realizzando 4 gol. Inutili i tentativi finali di Immobile e compagni. In maniera davvero inspiegabile, dunque, la Lazio non c’entra clamorosamente una qualificazione che, per quanto non ancora conquistata, non sembrava realmente in pericolo. Peccato per l’occasione persa per una squadra che avrebbe potuto davvero ambire ad alzare la coppa internazionale

SALISBURGO-LAZIO: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Salisburgo-Lazio 4-1: pagelle e tabellino

Marcatori: 10′ st Immobile (S); 11′ st Dabbur (S); 27′ st Haidara (S); 29′ st Hwang (S); 31′ st Lainer (S)

SALISBURGO (4-4-2): Walke 6.5; Lainer 6.5, Ramalho 6, Čaleta-Car 6, Ulmer 6.5; Haidara 6.5, Schlager 7, Berisha 6.5, Yabo 7 (39′ st, Minamino ng); Chan Hwang 7 (34′ st, Gulbrandsen), Dabbur 7. A disposizione: Stankovic, Onguene, Wolf, Farkas. Allenatore: Rose

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha 4.5; Luiz Felipe 5, de Vrij 4.5, Radu 5; Basta 5.5(15′ st, Lukaku), Parolo 6, Leiva 6.5 (33′ st, Nani ng), Milinković-Savić 5 (24′ st, Felipe Anderson 6), Lulic 5; Luis Alberto 6; Immobile 6.5. A disposizione: Guerrieri, Bastos, Caceres, Marusic, Murgia, Caicedo. Allenatore: Simone Inzaghi

Arbitro: Damir Skomina

Note: Ammonizioni: Ulmer (S), Lucas Leiva (L), Luiz Felipe (L); Ramalho (S)

MIGLIORE IN CAMPO ˗ SALISBURGO:

Hwang 7: sicuramente il più pericoloso dei suoi con la sua velocità e la sua tecnica. Arriva al tiro in più di un’occasione e poi, nella seconda frazione, sfrutta gli errori della squadra avversaria e mette in porta il gol del 3 a 1

PEGGIORE IN CAMPO ˗ SALISBURGO:

Ramalho/Caleta˗Car 6: nel primo tempo la coppia difensiva soffre le incursioni di Immobile e compagni ma nel secondo tempo si comporta in maniera più attenta e le minacce, effettivamente, grazie alla miglior organizzazione, diminuiscono nettamente

MIGLIORE IN CAMPO ˗ LAZIO:

Lucas Leiva 6.5: fino al 60’ è stato, insieme a Immobile, sicuramente il migliore: ancora una volta decisivo e determinante con la sua organizzazione di gioco. Poi, insieme al calo fisico e mentale dei suoi, non regge la pressione degli avversari e si perde

PEGGIORE IN CAMPO ˗ LAZIO:

de Vrij 4.5: nel secondo tempo, commette alcuni errori davvero imperdonabili, soprattutto in occasione del terzo gol del Salisburgo. Da un leader come lui ci si aspettava decisamente di più

Milinkovic˗Savic 5: la prestazione del classe ’95 risulta nettamente sottotono, anche quando i suoi compagni riescono a manovrare il pallone con efficacia. Non ha ancora pienamente recuperato dall’infortunio e si vede

Salisburgo-Lazio: diretta live e sintesi

SEGUI LA DIRETTA LIVE SU LAZIONEWS24

SINTESI SECONDO TEMPO: Il Salisburgo entra in campo con un piglio decisamente più pressante e aggressivo, consapevole della possibilità di concedere più spazio agli avversari. E già dai primi minuti si intuisce che potrebbe essere una partita diversa ed effettivamente lo sarà. Nonostante il pressing a tratti asfissiante è la Lazio a passare in vantaggio con una palla perfetta di Luis Alberto per Immobile che, da solo davanti alla porta la piazza sotto l’incrocio, portando i suoi in vantaggio. Sembrerebbe fatta ma cambia tutto a partire dall’azione successiva. In un quarto d’ora la squadra di casa annichilisce i capitolini con 4 gol, alcuni di abile fattura, altri complici gli errori della difesa. Inutili i tentativi finali, neanche troppo arrembanti a dir la verità della Lazio, che non trovano il gol che avrebbe, quanto meno, permesso di arrivare ai supplementari

49′ – Finisce qui: è 4-1. La Lazio esce dalla competizione in maniera davvero incredibile

49′ – Luiz Felipe cerca di affrettare la giocata ma la tocca male e la mette in calcio d’angolo: ultima occasione sprecata

47′ – Nel tentativo di liberarsi dalla marcatura, Immobile commette fallo e perde una buona possibilità

45′ – Assegnati 4 minuti di recupero

44′ – Lukaku prova e trova una discesa sulla sinistra ma il suo traversone viene contrastato e deviato in corner da un difensore

43′ – Il cross messo in mezzo da Dabbur non trova alcun compagno in area: occasione vanificata per la Lazio

39′ – Ultima sostituzione per la squadra di casa: entra Minamino, esce Yabo

38′ – Brutto colpo per Immobile, atterrato in area di rigore: non ci sono gli estremi per il calcio di rigore a causa di un fuorigioco correttamente fischiato

34′ – Cambio anche per il Salisburgo: esce Hwang, entra Gulbrandsen

33′ – Sostituzione per la Lazio. Entra Nani al posto di Lucas Leiva

31′ – GOL SALISBURGO!!!! Sugli sviluppi di un corner, Lainer stacca bene di testa al centro dell’area; il pallone rimbalza a terra e termina in rete alla destra del portiere

29′ – GOl SALISBURGO!!! Un mancato controllo a centrocampo di un giocatore della Lazio mette in difficoltà de Vrij che buca l’intervento, favorendo l’ingresso in area di Hwang che, dalla destra, complice una deviazione dell’olandese, infila per la terza volta Strakosha

27′ – GOL SALISBURGO!!!!! Da un’ottima apertura di Ulmer, Haidara, da fuori area fa partire un tiro potentissimo che si infila alla destra di Strakosha all’angolino

27′ – Che errore clamoroso per la Lazio. Un grande strappo del neo entrato Felipe Anderson permette alla sua squadra di provare a passare in vantaggio: la sua discesa, dopo una serie di dribbling, mette in difficoltà la difesa fino al tiro finale di Luis Alberto, finito direttamente tra le mani di Walke

25′ – Brivido per la Lazio. De Vrij e Luiz Felipe si fanno anticipare in area di rigore da Hwang che di testa prova a indirizzarla verso l’angolino, ma l’imprecisione del tiro non permette il buon esito del tentativo

24′ – Ancora un cambio per la Lazio: esce Milinkovic-Savic, entra Felipe Anderson

21′ – Occasione SalisburgoSchlager prova dalla distanza con il destro: la sua potente e precisa conclusione, però, si infrange sul palo a Strakosha battutto

19′ – Ammonizione anche per Luiz Felipe per fallo netto su Hwang

16′ – Ammonizione per Lucas Leiva, per intervento scomposto, seppur dubbio, su Schlager

15′ – Prima sostituzione del match: entra Lukaku, esce Basta per la Lazio

13′ – Immobile, su un’azione quasi fotocopia a quella che ha portato al gol, si trova di nuovo davanti al portiere e insacca ma Skomina fischia il fuorigioco

11′ – GOL SALISBURGO!!!! Neanche il tempo di descrivere il vantaggio che Dabbur, con un abile penetrazione centrale, si libera di un marcatore e dal limite dell’area, complice una deviazione di un difensore, insacca per l’immediato pareggio

10′ – GOL LAZIO!!!!!! Un assist splendido di Luis Alberto mette Immobile, partito sulla fascia sinistra, nelle condizioni ideali per entrare al centro dell’area. L’attaccante non se lo fa ripetere due volte e con il destro la piazza sotto l’incrocio

9′ – Strakosha prova l’imbucata diretta a Dabbur al centro dell’area ma de Vrij allontana

7′ – Ulmer, da posizione defilata, prova a servire Haidara sulla fascia destra ma il pallone è troppo lungo e si perde sul fondo

5′ – Su capovolgimento di fronte, Hwang ha ancora una buona occasione ma Strakosha intuisce la minaccia, esce dall’area e di testa la mette in fallo laterale

4′ – Occasione clamorosa per la Lazio. Immobile si muove benissimo tra i due centrali, la palla gli rimbalza ottimamente sulla corsa ma la sua conclusione, in un tentativo di sombrero, si ferma su Walke

2′ – Un tocco all’indietro non impeccabile di Milinkovic-Savic mette in difficoltà i suoi ma un intervento attento di Radu spazza via la minaccia

1′ – Il Salisburgo si fa subito vedere in avanti con Ulmer che conquista un interessante calcio d’angolo, sfiorato da de Vrij e e finito in fallo laterale dalla parte opposta del campo

1’ ˗ Skomina fischia il calcio d’inizio della seconda frazione. Tocca al Salisburgo battere il primo pallone

SINTESI PRIMO TEMPO: Ottimo inizio della Lazio che mette in mostra subito una grande personalità e serietà d’intenti ma ben presto viene fuori anche l’aggressività del Salisburgo. La squadra di Rose cerca di sfruttare a più riprese la velocità del sudcoreano Hwang che, in qualche occasione, crea più di un grattacapo alla difesa. La formazione di Inzaghi non crea particolari occasioni pericolose ma regge e governa ottimamente la prima frazione con un abile e ordinato equilibrio. Il Salisburgo, nonostante la buona organizzazione di squadra, complice anche l’attenta fase difensiva dei capitolini, non va mai concretamente vicina al vantaggio, se non con l’occasione di Hwang nei primi minuti e con un interessante conclusione/traversone di Ulmer negli ultimi minuti. Anche la Lazio prova ad affondare il colpo della tranquillità con Immobile ma un grande intervento di Walke vanifica il tutto

45′ – Senza concedere minuti di recupero, Skomina fischia la fine della prima frazione: è 0-0

44′ – Occasione Salisburgo. Gli austriaci, su un rapido capovolgimento di fronte, arrivano al tiro con Ulmer: la palla attraversa l’area e finisce sul fondo

43′ – Occasione Lazio. Parolo e Immobile arrivano entrambi sullo stesso pallone e fanno partire l’azione da una zona decisamente defilata del campo. Nel prosieguo dell’azione, la palla arriva a Luis Alberto che, costeggiando il limite dell’area, prova il tiro senza trovare la fortuna sperata ma servendo di tacco un ottimo assist per Immobile che, di prima intenzione, colpisce il portiere

40′ – Occasione Lazio. Immobile, su assist intelligente di MilinkovicSavic, si trova completamente libero in area di rigore ma non riesce a colpire con la necessaria forza e precisione il pallone, vanificando l’occasione. Non era certo facile

39′ – Skomina attende il ripristino del gioco, per permettere di sgomberare parte dell’area di rigore dai pezzi di coreografia gettati dalla tribuna

37′ – Sugli sviluppi del secondo calcio d’angolo, Calet-Car colpisce ottimamente di testa ma la traiettoria del suo tiro finisce di poco a lato alla sinistra di Strakosha

36′ – Lucas Leiva allontana per ben due volte la minaccia avversaria, spedendo la palla in corner

33′ – Ottimo disimpegno difensivo di Basta che intuisce, controlla e spazza una velenosa palla diretta a Berisha all’altezza del limite laterale della sua area di rigore

31′ – Hwang viene a prendersi la palla a centrocampo e prova ad autocrearsi un’occasione, spingendo in posizione centrale. Dopo una serie di ottimi dribbling e disimpegni, però, la sua corsa si ferma

29′ – Yabo scodella al centro dell’area un buon cross ma è troppo lungo per Hwang: nessun problema per Strakosha

27′ – Ottima iniziativa di Yabo che prova e trova l’uno contro uno sulla fascia destra e arriva al traversone, messo prontamente in corner da Luiz Felipe

24′ – Occasione conclusasi con un nulla di fatto per il Salisburgo. Da una buona discesa di Ulmer, il pallone entra in area di rigore diretto a Dabbur che, in un primo momento, si gira bene ma perde poi il tempo necessario e vanifica il tentativo, favorendo l’allontanamento ad opera di Luiz Felipe 

22′ – Ancora Milinkovic-Savic scatenato prova l’incursione palla al piede sulla sinistra: dopo aver saltato due avversari con un abile dribbling, però, viene fermato da Ramalho

20′ – Sugli sviluppi del calcio di punizione, MilinkovicSavic salta più in alto di tutti ma il suo colpo di testa si alza a campanile, vanificando l’ottimo stacco

19′ – Immobile viene atterrato da Ulmer in una posizione interessante, nei pressi della lunetta del calcio d’angolo

16′ – Occasione Lazio. Lucas Leiva, dal limite dell’area, dopo un rapido e preciso controllo, lascia partire un buon tiro, deviato in calcio d’angolo da un avversario

15′ – Hwang non controlla un potenziale assist centrale creato dai piedi di Yabo e Strakscha blocca

13′ – Occasione Salisburgo. Una brutta palla all’indietro di Parolo mette Yabo nelle condizioni di spingere la manovra sulla fascia destra con velocità: il suo traversone però si perde in fallo laterale dalla parte opposta

11′ – Lucas Leiva prova a premiare il buon smarcamento in area di rigore di Immobile ma Ulmer intuisce tutto e spazza via

9′ – Lulic e Immobile provano a far male alla difesa avversaria partendo dalla fascia sinistra ma Lainer è attento e mette la palla in fallo laterale

6′ – Parolo per un soffio non aggancia un ottimo traversone giunto dal cerchio di centrocampo: Walke non ha problemi a bloccare

5′ – Prima pericolosa incursione per il Salisburgo con Hwang. Il sudcoreano classe ’96 si smarca bene in posizione centrale, tagliando fuori tutta la difesa ma il suo destro ravvicinato viene allontanato da un ottimo intervento di Strakosha

4′ – Fuorigioco fischiato a Hwang: ottimo il movimento di de Vrij e compagni di reparto

3′ – Ottima pressione di Hwang che ottiene una rimessa laterale in una posizione interessante vicina al calcio d’angolo della metà campo laziale

1′ – Inizio sprint della Lazio che prova a manovrare su entrambe le fasce, con rapidi scambi di gioco e un buon disimpegno in mezzo al campo

1’ ˗ Skomina fischia il calcio d’inizio del match. È la Lazio a battere il primo pallone dell’incontro, dopo un piccolo ritardo causato dall’ “invasione” di parte della coreografia in campo

Le due formazioni di Salisburgo e Lazio sono entrate in campo per l’inizio dell’atteso match di ritorno dei quarti di finale di Europa League, accolte da una straordinaria coreografia  biancorossa

Salisburgo-Lazio: formazioni ufficiali

Sono uscite le formazioni ufficiali. Rispetto alle previsioni, il tecnico del Salisburgo, Rose, cambia un solo elemento nella formazione iniziale: a scendere in campo nell’undici titolare, infatti, sarà Yabo, con Minamino in panchina. Anche Inzaghi opta per un solo cambio, a centrocampo, con l’inserimento di Lulic dal primo minuto al posto di Lukaku.

SALISBURGO (4-4-2): Walke; Lainer, Ramalho, Čaleta-Car, Ulmer; Haidara, Schlager, Berisha, Yabo; Chan Hwang, Dabbur. Allenatore: Rose

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, de Vrij, Radu; Basta, Parolo, Leiva, Milinković-Savić, Lulic; Luis Alberto; Immobile. Allenatore: Simone Inzaghi

Salisburgo-Lazio: probabili formazioni e pre-partita

Dopo aver festeggiato il compleanno del tecnico Inzaghi con una netta vittoria per 4˗2, Lazio e Salisburgo si ritrovano per il match di ritorno dei Quarti di finale di Europa League. Nonostante la squadra capitolina abbia un cospicuo vantaggio, le imprese portate a termine e quelle soltanto sfiorate dei due giorni di Champions League non lasciano dormire sonni troppo tranquilli. Il tecnico dei padroni di casa, Rose, recupera Hwang, dopo la squalifica dell’andata, ma perde il centrocampista maliano Samassékou. Tra le opzioni contemplate, c’è dunque un possibile cambio di modulo, con l’accentramento di Schlager e l’inserimento di una terza punta, in un modulo marcatamente più offensivo, con Minamino favorito.

Dal canto suo, anche Inzaghi dovrà vedersela con parecchi punti interrogativi, dovuti a infortuni, acciacchi e possibile turnover in vista del derby di domenica, valevole per un posto in Champions League. Con Patric fuori per un acciacco muscolare, sono Basta e Lukaku i favoriti, con Marusic e Lulic probabilmente in panchina. Non mancherà, come da qualche tempo a questa parte, il ballotaggio in attacco tra Luis Alberto e Felipe Anderson, ma lo spagnolo appare ancora una volta favorito.

SALISBURGO (4-3-3): Walke; Lainer, Ćaleta-Car, Ramalho, Ulmer; Haidara, Berisha, Schlager; Minamino, Dabbur, Hwang. A disposizione: Stankovic, Onguene, Wolf, Leitgeb, Farkas, Yabo, Gulbrandsen. Allenatore: Marco Rose

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, de Vrij, Radu; Basta, Parolo, Leiva, Milinković-Savić, Lukaku; Luis Alberto; Immobile. A disposizione: Guerrieri, Bastos, Caceres, Lulic, Marusic, Murgia, Caicedo, Felipe Anderson. Allenatore: Simone Inzaghi

Salisburgo-Lazio: i precedenti del match

Quella che andrà in scena alla Red Bull Arena tra Salisburgo e Lazio sarà la gara numero 2 tra le due formazioni. L’unico precedente risale alla stagione 2009/2010, nella fase a gironi della medesima competizione: in quell’occasione il match terminò con una sconfitta per 2˗1 per i biancocelesti, complici le reti di Afolabi e Tchoyi per gli austriaci e di Foggia per i capitolini. Il Salisburgo ospiterà una squadra italiana per la 6° volta nella sua storia: le prime esperienze risalgono al 1994, nella finale di Coppa UEFA contro l’Inter, e poi con il Milan, nei gironi di Champions League della stagione successiva. Nel 2003 gli austriaci incontrarono l’Udinese e il Parma, uscendo in entrambi i confronti sconfitti, fino al precedente con la Juventus nel 2010, conclusosi con un pareggio. L’ultima trasferta della Lazio in terra austriaca risale, invece, al 2002, quando in Coppa UEFA riuscì a imporsi con un netto 1˗3 nei confronti dello Sturm Graz, grazie a una doppietta proprio di Simone Inzaghi e alla rete di Chiesa. L’altro precedente risale al 1997, contro il Rapid Vienna, finito anch’esso con una vittoria, per 2˗0, grazie alle reti di Casiraghi e Mancini. Curiosamente, infine, il Salisburgo, nella gara d’andata finita 4˗2, è uscito sconfitto dopo 20 match da imbattuto nelle coppe europee.

Salisburgo-Lazio: l’arbitro del match

Sarà lo sloveno Damir Skomina l’arbitro scelto dall’UEFA per dirigere il ritorno dei quarti di finale di Europa League tra Salisburgo e Lazio, in programma questa sera alle 21.05 alla Red Bull Arena di Salisburgo. Il fischietto di Capodistria, effettivo dal 1995 e operatore turistico di professione, è alla sua direzione stagionale nella competizione, dopo averne dirette 5 in Champions League tra qualificazioni, gironi e fasi eliminatorie. Curiosamente, in queste partite ha diretto per ben 4 volte squadre italiane: due volte il Napoli, una la Juventus e una la Roma. Finora, Skomina non ha mai diretto i biancocelesti, sarà dunque un debutto il suo. L’arbitro sloveno sarà coadiuvato dagli assistenti connazionali Jure Praprotnik e Robert Vukan.

Salisburgo-Lazio Streaming: dove vederla in tv

Salisburgo-Lazio sarà trasmessa a partire dalle ore 21.05 in diretta sulle frequenze satellitari di Sky Sport (canali Sky Sport 1 e Sky Calcio 1, anche in HD). Non è tutto, perché la partita sarà visibile anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile tramite app Sky Go.