Sarri: «Pari che ci sta stretto, abbiamo messo sotto la Juve! Higuain è il 9 più forte al mondo»

Sarri: «Pari che ci sta stretto, abbiamo messo sotto la Juve! Higuain è il 9 più forte al mondo»
© foto Calcionews24

Napoli-Juventus si è conclusa sul punteggio di 1-1. Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, ha parlato al termine della sfida del San Paolo

Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, ha commentato a “Sky Sport” il pari odierno con la Juventus nella sfida della 30ª giornata di Serie A: «Per mentalità e per modo di pensare dico che per crescere bisogna lavorare sui giocatori che abbiamo perché a volte abbiamo preso gol quando abbiamo staccato la spina troppo presto. Nella fase offensiva riusciamo a creare tanto, con una percentuale realizzativa discreta ma non straordinaria perché siamo la squadra che tira di più, che gioca più palle nell’area avversaria. Un 79 a 21 di supremazia territoriale con la Juventus non è facile, come non è facile andare sotto dopo 5 minuti e non concedergli ripartenze. C’è un pizzico di rammarico e mi dispiace per il pubblico perché il clima all’interno dello stadio era straordinario e speriamo di ripagarli mercoledì. Abbiamo messo sotto la Juventus, cosa non comune nel campionato italiano, ma il risultato ci deve lasciare un po’ di rabbia per mercoledì. Siparietto con Higuain nel tunnel? Negli spogliatoi ho urlato a fine partita: ‘avete avuto un bel culo compreso il 9’ sapendo che era dietro di me. Lui è venuto poi ad abbracciarmi. Io prima della partita non sono uno che va a salutare gli avversari, sono tutti avversari, quando finisce la partita poi torniamo ad essere amici. Per lui quella di stasera era una partita complicata. A me sembra il solito, con questa grande facilità a trovare la porta e come dicevo l’anno scorso secondo me è il 9 vero più forte del mondo».

LE PAROLE DI SARRI DOPO NAPOLI vs JUVENTUS – Prosegue l’allenatore del Napoli: «Qual è la partita più importante tra le due? Questa è finita e per me la prossima diventa la più importante. La Coppa ci darebbe una soddisfazione importante ma lo è anche tornare in Champions. Non credo che la squadra abbia approcciato male alla partita. Hanno fatto gol su un’azione importante, simile a quella che ha portato al nostro pareggio, e ci può anche stare. Falso nueve? La scelta ha delle indicazioni e delle contrindicazioni, ad esempio un numero 9 vero avrebbe fatto gol all’ultimo su quella palla in mezzo di Callejon. Se giocavamo con il vero 9 però forse non facevamo il gol dell’1-1. Milik si stava scaldando e lo avrei voluto mettere e sarebbe entrato, stavamo pensando se passare al 4-2-3-1 per il 4-3-3 ma Hamsik e Strinic mi hanno chiesto il cambio e abbiamo fatto scelte diverse. Milik titolare mercoledì? Vedremo mercoledì».