La Juventus vince lo Scudetto 2018 se… ecco le combinazioni

La Juventus vince lo Scudetto 2018 se… ecco le combinazioni
© foto MP

Alla luce della 33esima giornata di Serie A Tim 2017/2018, ecco le combinazione che potrebbero portare la Juventus di Allegri a vincere il settimo scudetto consecutivo

Scudetto Juve 2018: il pareggio di Crotone e la simultanea vittoria del Napoli con l’Udinese hanno complicato la corsa scudetto della Juventus, che ora si trova a 4 punti di vantaggio sulla squadra di Maurizio Sarri con lo scontro diretto ancora da giocare. Nonostante la frenata, però, i bianconeri sono ancora i favoriti per la vittoria del campionato, sia perché la partita con il Napoli è da disputare all’Allianz Stadium, sia perché il vantaggio, seppur diminuito, rimane ancora abbastanza consistente. Andiamo comunque a vedere quali potrebbero essere le combinazione che porterebbero la squadra di Massimiliano Allegri a vincere il settimo scudetto consecutivo.

Qualora la Juve dovesse battere il Napoli domenica 22 aprile alle 20.45, il vantaggio aumenterebbe a 7 punti e a quel punto, a quattro giornate dal termine, basterebbero solo altre due vittorie. Ciò vuol dire che se i bianconeri dovessero ottenere 9 punti nelle prossime 3 giornate, lo scudetto sarebbe cosa fatta. E la festa coinciderebbe con la gara casalinga contro il Bologna del prossimo 5 maggio, data cara al popolo della Vecchia Signora.

Se il match tra Juve e Napoli terminasse in pareggio, ai bianconeri “basterebbe” conquistare 8 punti – quindi 2 vittorie e 2 pareggi – nelle 4 giornate successive. Infatti seppur il Napoli dovesse vincerle tutte, le due squadre arriverebbero entrambe a quota 94 e grazie agli scontri diretti, sarebbe la Vecchia Signora a trionfare. Tutto diventerebbe più complicato qualora fossero i partenopei a centrare i tre punti nel match dell’Allianz Stadium. A quel punto la Juventus non avrebbe più alcun margine d’errore (sempre ammesso che il Napoli le vinca tutte) e per avere la certezza dello scudetto bisognerebbe ottenere 12 punti in 4 gare.

I tifosi della Juventus possono fare gli scongiuri, ma la Vecchia Signora è vicina allo Scudetto. Da quando esistono i tre punti per vittoria – stagione 1994-95 – solamente tre volte chi era avanti alla 32ª giornata ha perso il titolo. Mai, però, una squadra lo ha perso con un vantaggio di sei punti come lo ha attualmente la Juventus: la Lazio capolista nel 1998-99 aveva quattro punti sul Milan, la Juventus l’anno successivo ne aveva tre sulla Lazio, l’Inter nel 2001-02 ne aveva tre sulla Juventus. Il Napoli è distante sei punti e deve giocare lo scontro diretto all’Allianz Stadium, c’è chi ha già iniziato i calcoli per capire quando la Juve vincerà il tricolore matematicamente. Può farlo anche col Napoli, ma servirebbe un clamoroso autogol da parte dei ragazzi di Maurizio Sarri.

Se il Napoli perdesse contro Udinese e Juventus e la Juve vincesse col Crotone e gli azzurri, domenica sera Allegri potrebbe festeggiare il settimo Scudetto di fila della squadra torinese, il quarto da quando c’è lui in panchina. Più verosimilmente, Allegri potrebbe trovarsi a far festa per il titolo il 28 aprile o il 5 maggio, una data che per gli juventini ha un sapore particolare. I tifosi sognano di poter vincere lo Scudetto a San Siro contro l’Inter il 28 aprile e non sarebbe così improbabile come ipotesi. Se Juventus e Napoli arrivassero allo scontro diretto con sei punti di distacco e la Juve vincesse, allora a San Siro la settimana successiva avrebbe il primo match ball. Poi Bologna in casa, Roma all’Olimpico e Verona in casa: il Napoli spera nel miracolo, ma la fuga della Juventus è iniziata e pare ben avviata.

La Juventus potrebbe centrare il settimo Scudetto di fila e sarebbe il settimo Scudetto vinto prima dell’ultima giornata. L’unica volta in cui è andata vicina a trionfare solo al trentottesimo turno è stato all’inizio della cavalcata con Antonio Conte: alla penultima giornata, il 4 maggio 2012, la Juventus vinse a Trieste contro il Cagliari mentre il Milan perse il derby con l’Inter. Da allora è stato quasi sempre un dominio, soprattutto nel girone di ritorno. Anche l’anno passato ha vinto alla penultima giornata, ma la lotta Scudetto era già virtualmente chiusa da tempo. Il successo sul Crotone sancì il tricolore, anche se la Juventus era raggiungibile solo con un harakiri bianconero degno dei peggiori film dell’orrore.