Connettiti con noi

Nations League

Non solo Sergio Ramos: da Cerezo a Pirlo, ecco chi ha sbagliato due rigori nella stessa partita

Pubblicato

su

Il doppio errore dal dischetto di Sergio Ramos contro la Svizzera ha fatto il giro del mondo: il capitano della Furie Rosse però è in ottima compagnia…

Criticare Sergio Ramos equivarrebbe probabilmente a rischiare la lesa maestà. Eppure sbagliano anche i migliori e la performance di Basilea del fuoriclasse andaluso ha stupito non poco.

Per un fenomeno che aveva saputo realizzare i 25 rigori precedentemente battuti, fallirne due nella stessa gara è evento più unico che raro. Certo, meriti vanno ascritti anche al portiere elvetico Sommer, bravissimo nel primo intervento. Decisamente più rivedibile, invece, il debole cucchiaino del madridista nella seconda esecuzione.

Il capitano delle Merengues è comunque in ottima compagnia, sono infatti numerosi i giocatori incappati nella medesima disavventura. Circoscrivendo al suolo italiano, ecco nomi davvero a sorpresa nel nobile elenco.

Come non ricordare la serataccia del fatato piedino nerazzurro di Evaristo Beccalossi in una gara di Coppa delle Coppe contro lo Slovan Bratislava. O il duplice inciampo nel giro di soli 3 minuti per il viola “Picchio” De Sisti contro il Milan. Per non parlare del fuoriclasse brasiliano Toninho Cerezo che con la maglia della Roma tremò al cospetto di Walter Zenga.

Grandi giocatori, ma anche eccellenti specialisti come il cuore granata Marco Ferrante, il Genio Corini o Massimo Maccarone che vide le streghe contro la reattività di Matteo Sereni. Così come Jerry Mbakogu, l’ultimo in ordine di tempo a incappare nel doppio errore in Serie A: Carpi-Lazio nel maggio 2016, Marchetti eroe del giorno.

Nomi illustri anche pensando alla maglia Azzurra: Spillo Altobelli fallì due volte contro Malta e addirittura Andrea Pirlo ai tempi della Under21 si arenò di fronte a Williams, portiere del Galles. Ampliando lo sguardo al resto del mondo, nomination speciale per l’iconico Martin Palermo: Copa America 1999, la sua Argentina al cospetto della Colombia e la palla che dal dischetto proprio non vuole entrare. Per ben tre volte, eroe moderno.

CLICCA QUI PER LE NOSTRE INTERVISTE STORICHE