Connettiti con noi

Serie A

Serie A, i possibili protagonisti della 31ª giornata

Redazione CalcioNews24

Pubblicato

su

Possibili protagonisti

Rush finale per le 20 squadre di Serie A, che nel fine settimana affronteranno la 12ª giornata di ritorno del torneo: i possibili protagonisti della 31ª giornata

Si assottigliano le partite che porteranno alla fine del campionato per le 20 squadre di Serie A, impegnate nel weekend nelle gare della 31ª giornata. Sabato 17 aprile si giocheranno quattro partite, che vedranno impegnate formazioni in lotta per la salvezza e per le posizioni centrali della graduatoria. Si parte con due gare alle 15, allo Scida Crotone-Udinese, forse l’ultima possibilità per i Pitagorici per mantenere vive le speranze salvezza, mentre al Ferraris per la zona centrale della graduatoria si gioca Sampdoria-Verona. Il programma prosegue alle 18 con Sassuolo-Fiorentina, gara che pesa soprattutto per i viola, che restano pericolosamente al momento a -10 dalla quota salvezza di 40 punti. L’anticipo serale dirà chi fra Cagliari e Parma potrà ancora sperare nella permanenza nel massimo campionato: un k.o. di una delle due suonerebbe come una sorta di condanna definitiva. Le big scenderanno in campo tutte nella giornata di domenica. La prima sarà il Milan, che sfiderà il Genoa nel lunch match. Nel pomeriggio, oltre a Bologna-Spezia, Atalanta-Juventus e Lazio-Benevento si annunciano partite molto combattute per il peso dei punti in palio. La giornata si conclude con altre due gare importanti: Torino-Roma alle 18 (granata coinvolti nella lotta salvezza, giallorossi nella lotta Champions) e il posticipo serale, il big match Napoli-Inter. Ma vediamo i possibili protagonisti della 31ª giornata di Serie A:

LEONARDO PAVOLETTI, CAGLIARI-PARMA

La sfida della Sardegna Arena fra il Cagliari di Semplici e il Parma di D’Aversa è un vero crocevia della lotta salvezza: vietato perdere per le due squadre. Chi dovesse uscire dallo scontro diretto fra terzultima e penultima con 0 punti sembra infatti destinato ad alzare bandiera bianca sulle speranze di recuperare su chi precede in classifica. Una delle armi dei rossoblù può essere il centravanti Leonardo Pavoletti, che proprio nei confronti dei ducali ha in carriera statistiche particolarmente ben auguranti: la sua media-goal contro i gialloblù è infatti di una rete ogni 61 minuti (complessivamente 3 centri in 184 minuti). Il livornese è tornato a trovare il campo con regolarità e dall’inizio o a gara in corso potrebbe essere l’arma in più degli isolani nella delicata partita.

DUVAN ZAPATA, ATALANTA-JUVENTUS

Una delle partite più importanti del 31° turno è sicuramente lo spareggio Champions fra l’Atalanta di Gasperini e la Juventus di Pirlo. In classifica le due squadre sono separate da un solo punto e si trovano al 4° e al 3° posto, a pochi punti di distanza dal Milan, secondo, ma devono anche difendersi dal ritorno del Napoli, attualmente quinto. I 3 punti potrebbero pesare tanto nella bagarre, e la Vecchia Signora, che non attraversa un momento della stagione di grande brillantezza, dovrà guardarsi con attenzione soprattutto da un uomo, che quando vede bianconero si esalta. Si tratta del centravanti colombiano Duvan Zapata, autore finora di 13 goal in questo campionato, che si candida a partire dal 1′ al Gewiss Stadium e ha già realizzato nella sua carriera ben 5 goal in campionato e 2 reti in Coppa Italia ai bianconeri, che hanno spesso sofferto la sua fisicità e la sua forza fisica. Su queste qualità punterà probabilmente Gasperini per cercare di fare lo sgambetto ai Campioni d’Italia, che dovranno controllarlo al meglio per tornare da Bergamo con un risultato positivo.

CIRO IMMOBILE, LAZIO-BENEVENTO

Il bomber della Lazio, Ciro Immobile, nonostante i 14 goal all’attivo fino a questo momento in campionato, è reduce da un periodo di difficoltà sotto il profilo della prolificità realizzativa. I possibili protagonisti della 31ª giornata: l’attaccante campano non segna dalla 21ª giornata (1-0 sul Cagliari all’Olimpico) e da allora è oggi quello che ha giocato di più (616 minuti) senza riuscire a far goal. Il Benevento potrebbe essere l’avversario giusto per sbloccarsi e ritrovare confidenza con il goal anche in vista dei prossimi Europei con la Nazionale: 4 i centri totali in carriera per lui contro i sanniti, fra cui la rete che è valsa il pareggio al Vigorito nella sfida di andata.

Advertisement