Connettiti con noi

Hanno Detto

Sheriff, Vernydub: «Ho battuto Ancelotti grazie a un libro»

Pubblicato

su

L’allenatore dello Sherif Tiraspol Yuri Vernydub in un’intervista ha raccontato i segreti della vittoria contro il Real di Ancelotti

Yuri Vernydub, allenatore dello Sheriff (prossimo avversario dell’Inter in Champions League), ha parlato alla Gazzetta dello Sport dei successi della sua squadra in Champions. Un successo a Madrid contro il Real e quello casalingo contro la Shakhatr mettono i moldavi al primo posto del girone. Ecco le sue parole.

VITTORIAL REAL – «Emozioni pazzesche, non riesco a spiegare, provo ancora i brividi… Poi vincere lì, chi poteva solo immaginarlo?»

SEGRETO – «Carlo, come Lippi-un grandissimo, che ho sempre seguito con interesse – è un maestro. Mio figlio mi aveva regalato l’ultimo libro di Ancelotti, Il leader calmo, l’ho letto a fondo tante volte. E dopo che l’ho battuto a Madrid mio figlio subito mi ha rinfacciato: “Hai visto che hai fatto bene a leggere il suo libro.È tutto merito mio se hai vinto col Real…”»

INTER – «L’entusiasmo per il dopo Madrid può giocare brutti scherzi, temo la troppa attenzione mediatica. Meglio rimanere nell’ombra. A Milano e al ritorno sarà dura, l’Inter gioca diversamente da Real e Shakhtar. Hanno un modulo nuovo per noi, a 3 dietro e a 5 in mezzo. Spero che i miei ragazzi siano consapevoli delle nuove difficoltà e rimangano concentrati. L’attacco dei milanesi è fenomenale, fra Dzeko, Lautaro e Correa sarà durissima, fanno male. E non sottovaluto certo gli altri reparti, fra centrocampisti esperti e di talento come Calhanoglu o Barella. E indifesa Skriniar mi piace perché vince sempre i contrasti aerei. L’Inter poi è molto pericolosa sui calci piazzati»