Spinelli si racconta: «Mi ispiro ad Higuain»

Iscriviti
© foto Youtube

Si chiama Claudio Paul Spinelli ed è l’ennesima scommessa sudamericana del Genoa di Enrico Preziosi

Spinelli è un mix di grandi personalità del calcio argentino: il nome è quello di Caniggia, la chioma bionda pure, il soprannome “Pintita” ricorda Fernando Gago del Real Madrid ma la sua fonte di ispirazione è il Pipita: «Mi considero un attaccante di area di rigore. Cerco sempre il gol, mi ispiro ad Higuain» le sue prime parole per presentarsi ai tanti tifosi del Genoa curiosi di vederlo all’opera, nella speranza che ripeta quanto fatto, o che almeno si avvicini, da Diego Milito.

Ma partiamo da lontano, dal percorso fatto fin qui da Spinelli. Il 21enne è nato calcisticamente nel Tigre per poi disputare 1 stagione, in prestito, al San Martin. Nella passata Primera Division ha realizzato 7 gol ed 1 assist in 15 presenze ufficiali. Per chi non lo conoscesse, si tratta di una punta mobile che fa dell’attacco della profondità e dei cambi di direzione il suo pane quotidiano. 180 centimetri di altezza che Claudio Paul sfrutta in campo ma anche davanti alla macchina fotografica, vista la sua carriera da fotomodello. Ce ne saranno delle belle da vedere, dunque, che sia nel rettangolo verde ma anche fuori dallo stesso.