Come vedere Tunisia-Inghilterra in streaming e in diretta tv

Tunisia-Inghilterra, prima giornata girone G Mondiali Russia 2018: tutte le info per vedere la partita in diretta ed in streaming, probabili formazioni, precedenti, info e curiosità

Tunisia-Inghilterra è la partita che chiude la prima giornata del gruppo G del Mondiale di Russia 2018 e che segue di pochissime ore l’altra del medesimo raggruppamento, Belgio-Panama. La gara è prevista per le ore 20 (ora italiana) presso la Volgograd Arena di Volgograd, nella parte meridionale della Russia, sul fiume Volga. Il match tra le due nazionali ha, almeno sulla carta, una squadra nettamente favorita: la formazione inglese, allenata da Gareth Southgate, si presenta anche a questo Mondiale come possibile favorita, nonostante il digiuno di trofei che dura ormai da decenni. Dall’altra parte la formazione abilmente allenata da Nabil Maaloul, qualificata al Mondiale senza troppe difficoltà già a novembre scorso, che non ha nulla da perdere all’interno di un girone in cui i rapporti di forza sembrano ben evidenti a tutti già da mesi. Di certo però in campo sarà tutto da dimostrare.

Solo due i precedenti tra le due nazionali: il primo è del giugno 1990 in amichevole (1 a 1), l’altro è della fase a gironi dei Mondiali di Francia ’98 a Marsiglia, quando gli inglesi si imposero per 2 a 0 grazie ai gol di Alan Shearer e Paul Scholes. Tunisia-Inghilterra verrà trasmessa a partire dalle ore 20 in diretta in chiaro sulle frequenze di Canale 5 (anche in HD al canale 506 del digitale terrestre), ma non solo. La gara potrà essere infatti seguita anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile direttamente dal sito di Mediaset ed in radio sulle frequenze di Radio 1. Ricordiamo inoltre che la partita sarà disponibile in diretta testuale live sul nostro sito con ampio pre-partita, quindi sintesi, pagelle ed approfondimenti alla fine.

 CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI TUNISIA-INGHILTERRA 

Tunisia-Inghilterra: probabili formazioni

TUNISIA – Non dovrebbe rinunciare al proprio 4-2-3-1 prettamente offensivo Maaloul, che punterà sulla spregiudicatezza sin dall’inizio per mettere in difficoltà un’Inghilterra storicamente fragile dal punto di vista dell’approccio alle gare che contano. In avanti unica punta confermatissima Wahbi Khazri, attaccante del Rennes e gioiello del calcio africano da mettere in mostra, mentre alle sue spalle agiranno Anice Badri, Saif-Eddine Khaoui e Naim Sliti nell’ambito di un tridente già visto ampiamente all’opera nel corso dell’ultimo biennio. Occhio al centrocampo composto dal solido duo Ferjani Sassi-Mohamed Ben Amor, mentre in difesa l’elemento di maggior spicco è forse Syam Ben Youssef, giocatore che conosce bene il calcio inglese avendo militato anche nel Leyton Orient. Nessuna sorpresa annunciata.

INGHILTERRA – Anche Southgate non rinuncerà alla propria formazione tipo già utilizzata spesso da quando è commissario tecnico della nazionale: il 3-4-2-1. La difesa è il reparto di spicco della nazionale inglese, confermati dunque gli intoccabili Kyle Walker, Gary Cahill e la super-stellina John Stones. Al centro troveranno posto Eric Dier e Jordan Henderson, come già avvenuto in passato, mentre sulle fasce attenzione – oltre che all’ormai veterano Ashley Young – alla semi-novità Kieran Trippier, rivelazione del Tottenham di questa stagione. Sulla trequarti si spartiranno il campo Dele Alli e Raheem Sterling, ma ovviamente tutti gli occhi saranno puntati sul bomber Harry Kane, chiamato a guidare i destini di un intero popolo dopo una stagione semplicemente surreale.

TUNISIA (4-2-3-1) – Mathlouthi; Nagguez, Meriah, Ben Youssef, Maaloul; Sassi, Ben Amor; Badri, Khaoui, Sliti; Khazri. Allenatore: Maaloul
INGHILTERRA (3-4-2-1) – Pickford; Walker, Stones, Cahill; Trippier, Henderson, Dier, Young; Alli, Sterling; Kane. Allenatore: Southgate

Tunisia-Inghilterra: curiosità e statistiche

  • Ai Mondiali l’Inghilterra non ha mai perso contro una nazionale africana: su 6 incontri totali ne ha vinti 3 pareggiando i restanti. Non solo, in ben 5 di questi incontri non ha mai subito gol
  • La Tunisia è alla quinta partecipazione complessiva a un Mondiale, ma è la prima dopo dodici anni di assenza (l’ultima a Germania 2006): finora la nazionale nordafricana non ha mai passato la fase a gironi
  • Su 12 incontri totali giocati ai Mondiali, la Tunisia ne ha vinto solo uno, quello dell’esordio assoluto nel 1978 contro il Messico (3 a 1), da allora 11 sconfitte di fila. Vicino il record negativo di insuccessi consecutivi targato Bulgaria (17 tra il 1962 ed il 1994)
  • In 12 incontri totali ai Mondiali, la Tunisia non ha preso gol una sola volta: 0 a 0 contro la Germania Ovest nel 1978
  • Quindicesima partecipazione complessiva ai Mondiali per l’Inghilterra, la sesta di fila: eguagliato il record personale precedente (6 partecipazioni di fila tra il 1950 ed il 1970)
  • Dopo aver vinto il suo ultimo ed unico Mondiale nel 1966, l’Inghilterra ha superato lo scoglio dei quarti una sola volta, nel 1990 (quarto posto finale). Contando gli ultimi cinque Mondiali, l’Inghilterra è arrivata prima nel suo girone una sola volta: nel 2006
  • Contando solo gli ultimi 8 incontri giocati ai Mondiali, la nazionale inglese ne ha vinto uno solo: contro la Slovenia nel 2010 (1 a 0), mettendo insieme per il resto in fila 4 pareggi e 3 sconfitte. Non solo, negli ultimi 9 incontri di Coppa del Mondo l’Inghilterra non ha mai segnato più di un gol a partita
  • Su 62 gare totali giocate ai Mondiali, l’Inghilterra ne ha pareggiate 11: è il record assoluto del torneo
  • Nelle qualificazioni Mondiali l’Inghilterra ha fatto registrare insieme alla Spagna la miglior difesa in assoluto (appena 3 gol presi in 10 partite) ed è stata una delle quattro nazionali europee a non essere mai sconfitta insieme a Spagna, Belgio e Germania
  • Primo Mondiale in assoluto per il c. t. tunisino Maaloul, che da giocatore è stato una leggenda della nazionale africana mettendo insieme 74 presenze complessive… ma nessun Mondiale
  • Prima da c. t. al Mondiale anche per l’inglese Southghate, che però da giocatore ha preso parte alla spedizione di Francia ’98 giocando due partite

Tunisia-Inghilterra: l’arbitro della partita

L’arbitro di Tunisia-Inghilterra sarà il colombiano Wilmar Roldan, 38 anni, che aveva già preso parte giovanissimo ai Mondiali di quattro anni fa in Brasile fischiando due partite: Messico-Camerun (1 a 0) e Corea del Sud-Algeria (2 a 4). Roldan ha anche arbitrato la finale di Confederations Cup in Russia tra Cile e Germania (0 a 1) dello scorso anno ed è alla prima assoluta con Inghilterra e Tunisia, non aveva ha infatti mai arbitrato, nemmeno a livello olimpico o giovanile, nessuna delle due selezioni.


Leggi anche: MONDIALI RUSSIA 2018: IL TABELLONE COMPLETO