Connettiti con noi

Genoa News

Udinese, Gotti: «A 32 punti non si è salvi. Siamo ancora nella mischia»

Avatar

Pubblicato

su

Gotti

Intervistato da Udinese TV, Gotti, tecnico dei friulani, ha parlato della sfida in programma domani al Marassi contro il Genoa

Intervistato da Udinese TV, Gotti, tecnico dei friulani, ha parlato della sfida in programma domani al Marassi contro il Genoa: «Tenere la squadra sugli obiettivi è la parte maggiore del lavoro dell’allenatore ma questo vale per tutte le partite del campionato non solo per quella di domani».

GUARDA LA CONFERENZA STAMPA DI GOTTI SUL CANALE YOUTUBE CALCIONEWS24

SALVEZZA – «Intanto, a 32 punti non siamo aritmeticamente salvi. Quindi, bisogna fare altri punti per considerarsi fuori dalla mischia. Credo, poi, che l’unico modo di pensare saggio sia quello di concentrarsi partita per partita e non di più».

GENOA – «Al di là del cambio di marcia, mi sembra che questo Genoa sia abbastanza simile a noi, quindi le insidie che noi troveremo nell’affrontare il Genoa sono le stesse che potranno trovare loro».

INDISPONIBILI – «Stefano ha fatto due allenamenti con la squadra, nelle 3 gare precedenti è venuto in panchina per dare il suo contributo di vicinanza e spinta alla squadra che non è secondario: lui è uno dei leader dello spogliatoio e la sua presenza è molto positiva e molto gradita sempre. Ci saranno dei sicuri indisponibili come Samir, Ouwejan e Deulofeu mentre gli altri sono tutti nelle condizioni di dare il loro contributo».

FORMAZIONE – «Io cerco di coltivare i dubbi, nel senso che non do le cose per scontate. Osservo molto la quotidianità del lavoro e sappiamo che, anche in tempi brevissimi, la condizione fisica e lo stato di salute legato agli infortuni evolvono costantemente. Le settimane e le partite non sono uguali, col Genoa e col Sassuolo sono tipi di gare diverse. Nella rifinitura farò mie tutte le indicazioni possibili facendo, poi, la somma di quello che ho ricavato in questa settimana».

RESTRIZIONI – «In un momento come questo dove ci sono grandi restrizioni rispetto alla vita di tutti noi con grandi sacrifici, anche una cosa normalmente innocua come una cena tra amici, guardando Juve-Lazio in tv, va contro una norma, nel fatto specifico quella del coprifuoco che scatta alle 22. Quindi è giusto essere sanzionati ed è anche giusto chiedere scusa per questo. Ovviamente, la gogna mediatica e la cattiveria espressa nei social sono un altro argomento ma questa non è una novità».

Advertisement