Connettiti con noi

Fiorentina News

Younes, Napoli e il precedente El Hamdaoui

Pubblicato

su

younes el hamdaoui

La questione Younes-Napoli ricorda quanto accaduto alla Fiorentina con El Hamdaoui: protagonista anche in quel caso l’Ajax

Sembrava tutto fatto: il calciatore aveva sostenuto le visite mediche, firmato il contratto e assistito al match della sua nuova squadra allo stadio. Invece, a quanto a pare, il matrimonio è rimandato: Amin Younes arriverà al Napoli solo a luglio, l’operazione non sarà anticipata a gennaio come tutti pensavano fino a ieri. “Problemi familiari” sarebbe questo il motivo, almeno stando alle parole del suo agente.

Non ci sarebbe alcuna ragione di non credere a quanto detto dal procuratore se il tutto non sembrerebbe così assurdo: possibile che improvvisamente, da un giorno all’altro, la vita del giocatore sia stata sconvolta da un problema così grosso da chiedere di restare in Olanda per altri sei mesi? Esiste un detto: “A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si indovina“. Ecco perché non si può fare a meno di interrogarsi, di pensare che possa esserci qualcosa altro e che le parole del procuratore siano solo una semplice “scusa” per evitare discussioni più grosse che potrebbero far venire a galla un qualche problema. Ciò che ci sentiamo di escludere è un ripensamento del giocatore: Younes, infatti, sembrava entusiasta di Napoli ed aveva speso parole d’elogio sia per la squadra di Sarri che per la città. Più semplice pensare che possa essere nato qualche problema tra l’Ajax e il club di De Laurentiis, per due motivi: trattare con i Lancieri non è mai semplicissimo; la Società Calcio Napoli non è proprio un’élite del calcio mondiale quando si tratta di calciomercato.

Se si guarda indietro di qualche anno non ci vuole molto a trovare un precedente che vede coinvolti gli olandesi. Nel gennaio del 2012, infatti, accadde qualcosa di simile nella trattativa per il passaggio dell’attaccante Mounir El Hamdaoui dall’Ajax alla Fiorentina. Il giocatore arrivò a luglio, ma avrebbe dovuto farlo a gennaio: proprio come Younes, infatti, il marocchino giunse in Italia, effettuò le visite mediche con i viola e salutò in tribuna quella che sarebbero dovuti essere i suoi nuovi tifosi. Improvvisamente, però, a poche ore dalla chiusura del mercato, l’Ajax chiese come garanzia del pagamento una fidejussione bancaria, senza che ci fossero però i tempi tecnici per ottenerla. Un gesto che mandò su tutte le furie i Della Valle, che comunque chiusero per il giocatore 6 mesi dopo.

Chissà, forse quanto detto dal procuratore sarà tutto vero, ma di certo le similitudini con quanto accaduto a Firenze qualche anno fa sono molte ed è dunque lecito pensare che dietro il mancato trasferimento del tedesco, ci sia nuovamente una richiesta “senza senso” dell’Ajax.

News

video

Copyright 2021 © riproduzione riservata Calcio News 24 -Registro Stampa Tribunale di Torino n. 47 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - P.I.11028660014 - Editore e proprietario: Sport Review s.r.l.