Marchisio ci crede: «La finale del 2015 può aiutarci a vincere stavolta»

marchisio
© foto www.imagephotoagency.it

Claudio Marchisio non dimentica la finale di Champions del 2015, anzi ne sottolinea il valore in vista di quella di Cardiff

Marchisio è tra i veterani della squadra di Allegri, condottiero di mille battaglie che si appresta a vivere quella più importante: la finale di Champions, in programma a Cardiff, contro il Real Madrid di Zinedine Zidane. Il centrocampista si è così espresso a Premium Sport: «La finale del 2015, persa contro il Barcellona, ha lasciato a squadra e società la consapevolezza di potersela giocare per vincere contro qualsiasi squadra europea. In passato non c’era tutta questa fiducia, anche lo scorso anno, quando siamo usciti contro un grande Bayern Monaco, ci ha lasciato questa consapevolezza. Ciò si è visto nel cammino in Champions League di questa annata. In questi 2 anni siamo cambiati molto mentalmente e stiamo vivendo il punto di crescita collettivo. Le finali, spesso e volentieri, vengono decise dagli episodi ma crederci aiuta a portare la fortuna dalla propria parte. Cristiano Ronaldo? Si è evoluto, diventando, addirittura, più prima punta di Karim Benzema. Prima giocava largo e cercava l’uno contro uno, adesso gioca in area e può mettere creare pericoli a qualsiasi portiere o difensore. Ogni calciatore della Juventus e del Real Madrid, sabato, potrà decidere questa bellissima finale».

Condividi