Milan, Montella: «Niang lavora per diventare un campione»

50
© foto www.imagephotoagency.it

Mister Vincenzo Montella può sorridere guardando la classifica, ma soprattutto il calcio espresso dal suo giovane Milan

Montella, in questo incipit di stagione, ha vinto la sua personalissima scommessa, dando una fisionomia e un’anima al suo Milan. Ne parla lui stesso ai microfoni di Milan Tv: «La cessione del club ai cinesi avrebbe potuto essere un alibi per la squadra, ma non lo sarà. La società, in particolar modo Galliani, non ci lascia mai soli. So, essendo l’allenatore di questa squadra, quanto conti tutto ciò. Lo stesso Berlusconi ci fa sentire sempre la sua presenza. Contro la Juve dovremo cercare di far meglio di loro sotto agonisticamente parlando. Siamo concentrati sul nostro gioco, non penseremo a loro».

L’AEROPLANINO VOLA – Il mister è già l’idolo della parte rossonera del cielo di Milano, il quale passa in rassegna il momento dei più giovani in rosa: «Il gruppo sta crescendo. Siamo destinati a migliorare, vista la giovane età della rosa che ho a disposizione. Niang? Può migliorare tanto, sta lavorando per diventare un campione. Dovrà migliorare sia nel colpo di testa che nel numero di gol realizzati. Locatelli domenica ha giocato in maniera semplice come gli avevo chiesto, Donnarumma e Romagnoli hanno dimostrato di avere a cuore questa maglia».

Condividi