Alessandro Moggi shock: «Ho pensato al suicidio!»

alessandro moggi
© foto www.imagephotoagency.it

La liaison con Ilaria D’Amico, le richieste immobiliari di De Laurentiis all’emiro del Qatar, l’ipotesi suicidio post-Calciopoli: il libro di Alessandro Moggi svela tanti retroscena

Alessandro Moggi, procuratore che fu a capo della Gea e figlio dell’allora direttore generale della Juventus, Luciano Moggi, ha raccontato i duri anni di Calciopoli nel suo libro ‘Figlio di: la mia vita nel mondo del calcio nonostante tutto’: «Ho pensato seriamente al suicidio. Tanti cari saluti, tutto sommato è stato bello. Ci sono stati momenti in cui avrei voluto ammazzarmi, ma per farlo ci vogliono le palle: per fortuna, non ne ho mai avute così tante. Se sono vivo devo ringraziare i miei figli, la medicina di tutto, le mie due enormi lacrime di felicità». Prosegue Moggi, come riporta Il Mattino circa i primi estratti del libro diffusi: «Liaison con Ilaria D’Amico? Andammo insieme a Parigi a bordo di un aereo privato, ma alla fine andai in bianco. Fu il cazzeggio di un trentenne. Ilaria ha esagerato, si è montata la testa. Adesso con Raffaella Fico sono davvero io». Infine, un retroscena sulla trattativa con il Napoli per la cessione di Lavezzi al PSG: «Durante la trattativa De Laurentiis affermò: ‘se c’è Moggi jr. di mezzo io non ve lo do più. Inoltre, il presidente del Napoli disse a Leonardo: ‘fammi regalare dall’emiro del Qatar un appartamento allo One Hyde Park di Londra. So che è suo pure quello’. Niente regalo, però».