Allegri chiude col Real: «Non condanno Buffon. Rabbiosi contro la Sampdoria»

allegri
© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza Allegri pre Juventus-Sampdoria: l’allenatore bianconero ritorna sui fatti di Madrid e difende il capitano Gianluigi Buffon per le parole sull’arbitro Oliver. Testa al campionato e alla Coppa Italia

Massimiliano Allegri applaude la Juventus per la prestazione di Madrid ma guarda avanti al campionato e alla sfida che attende domani pomeriggio, ore 18, i bianconeri contro la Sampdoria all’Allianz Stadium: «Per la gara di Madrid al Bernabeu ci sono solo da fare i complimenti ai ragazzi. È stata una partita bellissima, difficile da vedere. Ora basta parlarne però, perché c’è una gara importante come Juventus-Sampdoria. Sarà una settimana ricca di partite importanti e difficili. Abbiamo un campionato da vincere e il Napoli che non molla e ci incalza. Non dobbiamo farcelo sfuggire e domani ci sarà bisogno di tutti per portare a casa la partita» afferma in sala stampa a Vinovo il tecnico livornese che punta alla vittoria di Serie A e Coppa Italia.

Allegri difende le dichiarazioni post-partita del capitano Gianluigi Buffon, subissato dalle critiche in Italia per le parole proferite al Bernabeu nei confronti dell’arbitro inglese Oliver. Allegri difende a spada tratta il proprio portiere: «Per 20 anni è stato un esempio come uomo dentro e fuori dal campo. Se per una volta, in una situazione difficile, rilascia quelle dichiarazioni, lo si può capire. Sfido chiunque a non avere una reazione». Prosegue: «L’arbitro ha fatto una buona gara. Purtroppo, come a Monopoli, ha trovato il cartellino degli imprevisti. Nessuno l’ha detto, ma credo abbia valutato male il tempo di recupero perché non c’erano state sostituzioni. E qui chiudiamola con Madrid».

Allegri guarda avanti e fissa l’obiettivo per il finale di stagione: «Domani dovremo mettere in campo la rabbia accumulata a Madrid, ma con ordine e lucidità. In una stagione ci sono partite che fanno riflettere. Quella dell’andata contro la Sampdoria è una di queste. Mi ha fatto pensare che fosse giusto cambiare per dare più equilibrio alla squadra. Formazione? Giocherà Buffon in porta e posso dirvi che Cuadrado sarà titolare. La decisione per domani è tra giocare con Higuain e Mandzukic insieme o portarne uno in panchina».