Atalanta-Inter 0-0: pagelle e tabellino

santon toloi caldara icardi atalanta-inter
© foto www.imagephotoagency.it

Atalanta-Inter, 32ª giornata Serie A 2017/2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Si conclude a reti inviolate la sfida tra le due squadre nerazzurre: è 0˗0 il risultato finale tra Atalanta e Inter. Partita dai due volti: un primo tempo condotto in maniera magistrale dalla formazione di casa che, con un pressing asfissiante, va più volte vicina al gol. L’Inter sembra patire questa pressione ed esce, concretamente, soltanto nella seconda frazione, complice anche il netto calo fisico degli uomini di Gasperini. Risultato tutto sommato giusto, dal momento che le migliori occasioni sono capitate sui piedi o sulla testa di Perisic. Ottima la prestazione del giovane Barrow. Occasione persa per provare a fare un salto in avanti per i rispettivi obiettivi, per entrambe le squadre

ATALANTA-INTER: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Atalanta-Inter 0-0: pagelle e tabellino

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha 6.5; Toloi 5.5, Caldara 6, Masiello 6.5; Hateboer 6, De Roon 6, Freuler 5.5, Gosens (35′ st, Castagne ng); Cristante  6 (40′ st, Mancini ng); Barrow 7 (1′ st, Cornelius 6), Gomez 6.5. A disposizione: Gollini, Rossi, Bastoni, Melegoni, Haas. Allenatore: Gasperini

INTER (4-2-3-1): Handanovic 7; Santon 5.5 (44′ st, Karamoh ng), Skriniar 6.5, Miranda 7, D’Ambrosio 5.5; Borja Valero 5.5, Gagliardini 6; Cancelo 6, Rafinha 6.5 (26′ st, Eder 6.5), Perisic 6.5; Icardi 6. A disposizione: Padelli, Berni, Ranocchia, Dalbert, Lisandro Lopez, Candreva, Pinamonti. Allenatore: Spalletti

Arbitro: Daniele Doveri

Note: Ammonizioni: Miranda (I), Toloi (A), Borja Valero (I), Caldara (A), Masiello (A)

MIGLIORE IN CAMPO ˗ ATALANTA:

Barrow 7: sostituito, in maniera discutibile, da Gasperini all’inizio del secondo tempo, si rivela una positiva sorpresa. Cerca e trova più volte la conclusione, nella prima frazione è nettamente il più pericoloso dei suoi. Non sembra sentire la pressione: gli manca solo il gol

PEGGIORE IN CAMPO ˗ ATALANTA:

Toloi 5.5: stranamente poco attento in fase difensiva, inizia bene ma la sua prestazione degrada lentamente. Commette diversi errori in fase di lettura dell’azioni pericolose avversaria e si fa anche ammonire

MIGLIORE IN CAMPO ˗ INTER:

Perisic 6.5: è nettamente l’uomo più pericoloso dei suoi, insieme a Rafinha, soprattutto nei primi 45’. Il croato si muove benissimo tra le linee, arrivando in più di un’occasione alla conclusione, ma la mancanza di precisione non gli permette di andare a segno

Miranda 7: prestazione magistrale dell’esperto difensore ex Atletico Madrid. Inizia sottotono ma, alla lunga, esce tutta la sua esperienza che si dimostra fondamentale in più di un’occasione

PEGGIORE IN CAMPO ˗ INTER:

Borja Valero 5.5: spento in fase d’impostazione, soffre probabilmente il fatto di essere usato con il contagocce dal suo tecnico che non vede più in lui un faro di necessario riferimento

Atalanta-Inter: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO: Grande ritmo anche nella seconda frazione di gioco, manovrato ancora una volta dall’Atalanta, con l’Inter, però, lesta nei tentativi di sfruttare le potenziali ripartenze pericolose. Protagoniste assoluta fin dai primi minuti sono due uomini del reparto difensivo: Masiello da una parte e Skriniar dall’altra, determinanti e decisivi in più di un’occasione. Con il passare dei minuti cresce la qualità e la potenza offensiva degli ospiti che cercano, con sempre maggiore insistenza, di rendersi pericolosi, complice anche la flessione soprattutto fisica degli uomini di Gasperini. Meno esaltante e più tattico del primo tempo, anche la seconda frazione si dimostra comunque avvincente, registrando una grande crescita della formazione di Spalletti, sebbene conclusasi a reti inviolate

48′ – Doveri fischia la fine: è 0-0 tra Atalanta e Inter

45’ ˗ Assegnati 3 minuti di recupero

45’ ˗ Mancini spende bene il suo fallo su Icardi e si prende l’ammonizione

44’ ˗ Ultimo cambio per l’Inter: entra Karamoh, esce Santon

44’˗ Occasione Inter. Ancora il solito Perisic si rende pericoloso in area di rigore, arrivando alla conclusione. Nel prosieguo dell’azione, la palla arriva a Gagliardini che da fuori area prova e trova un tiro rapido, potente e preciso che sfiora il palo.

43’ ˗ Da un errore di Toloi, la palla arriva a Eder fuori dall’area che prova dalla distanza: tiro ribattuto

41’ ˗ Occasione Inter. Eder si destreggia ottimamente sulla fascia arrivando a un pericoloso cross in mezzo; traversone che, a sua volta, arriva sulla testa di Perisic che colpisce con forza e con grande tempistica, sebbene non sufficiente. Palla di poco fuori

40’ ˗ Cambio per l’Atalanta: entra Mancini, esce Cristante

40’ ˗ Prima Gomez, poi de Roon provano il tiro dalla distanza ma la difesa respinge

37′ – Ammonizione davvero ai limiti per Masiello, reo di aver commesso un brutto fallo sullo scatto di Eder

36’ ˗ Sugli sviluppi di un calcio di punizione perfettamente battuto da Eder, Berisha si fa trovare pronto e respinge lontano, dopo essersi disteso sulla destra

35’ ˗ Sostituzione per l’Atalanta: esce Gosens, entra Castagne

33’ ˗ Sinistro stilisticamente non impeccabile di Gosens all’interno della sua metà campo

32’ ˗ Sugli sviluppi del calcio d’angolo, Skriniar devia di testa in corner sventando la minaccia

31’ ˗ Miranda atterra Cornelius a pochi metri dalla linea d’area di rigore: fallo per l’Atalanta da posizione defilata

29’ ˗ Rafinha esce sconsolato, coprendosi il viso con una giacca, non contento della sostituzione o, più probabilmente, dell’occasione sprecata poco fa

26’ ˗ Sostituzione a sorpresa per l’Inter: esce Rafinha, entra Eder

26’ ˗ Occasione buttata alle stelle da Rafinha che, da posizione interessante, all’interno dell’area, spara altissimo sopra la traversa

25’ ˗ Cancelo si libera ottimamente di tre avversari e serve a Icardi una deliziosa palla morbida: la difesa mette in calcio d’angolo ma Doveri non vede la deviazione della retroguardia bergamasca e non assegna il corner

23’ ˗ Miranda stende Cornelius con una spallata da dietro ma l’arbitro non ferma il gioco

22’ ˗ Da una geniale invenzione a centrocampo di Rafinha, l’Inter prova a rendersi pericolosa ma il suo passaggio diretto a Cancelo si rivela troppo profondo e la palla si perde sul fondo

20’ ˗ Straordinaria giocata di Cancelo sulla fascia destra: dopo aver superato abilmente l’uomo sulla linea, si incunea verso il centro dell’area e fa partire una pericolosa traiettoria diretta a Icardi ma Berisha è attento e blocca

19’ ˗ Secondo fallo, inutile, di Cornelius su Skriniar: Doveri interviene ma non estrae cartellini

17’ ˗ Ammonizione per Caldara, intervenuto in ritardo, da dietro, su Icardi

16’ ˗ Azione egoista di Santon non premiata: il suo tentativo dalla distanza, infatti, si spegne sul fondo, seppur non troppo lontano dal palo di Berisha

16’ ˗ Cristante salta abilmente Skriniar e prova a servire da posizione centrale Cornelius ma Miranda esce puntuale e sventa ogni potenziale pericolo

13’ ˗ Prima vera discesa di Santon sulla fascia: conquistato un buon calcio d’angolo

12’ ˗ Skriniar sradica letteralmente dai piedi di Cornelius un pallone che, se messo in mezzo, sarebbe potuto diventare davvero pericoloso

10’ ˗ Ammonizione per Borja Valero, per fallo netto su Gomez

9’ ˗ Recupero straordinario di Hateboer che con enorme prontezza e coraggio sventa una potenziale occasione dai piedi di Icardi, praticamente solo davanti al portiere

7’ ˗ Sugli sviluppi del calcio d’angolo, Masiello ci prova con il destro ma la traiettoria adottata dal suo tiro sfiora soltanto il palo alla destra di Handanovic

6’ ˗ Cavalcata di Masiello dalla sua metà campo: dopo aver strappato dai piedi di un attaccante un pallone potenzialmente insidioso, l’esperto difensore si involta centralmente fino ad arrivare nei pressi dell’area e servire un Cornelius in posizione leggermente defilata. Il suo tentativo trova l’opposizione di Miranda in corner

5’ ˗ Recupero straordinario di Skriniar sulla discesa di Cornelius: la sua spallata è bastevole ad arrestare la corsa del vichingo atalantino

3’ ˗ Rafinha cerca l’imbucata per Borja Valero ma il pallone è troppo veloce e lungo per essere conquistato dallo spagnolo

2’ ˗ Gosens, con coraggio, compie un miracoloso e rischioso intervento su Cancelo nella sua area di rigore: necessario a sventare una potenziale minaccia

1′ – Prima sostituzione del match: esce un positivo Barrow, entra Cornelius

1’ ˗ Le squadra sono rientrate in campo. Doveri fischia il calcio d’inizio: sarà l’Atalanta a battere

SINTESI PRIMO TEMPO: I padroni di casa iniziano subito col botto provando a sorprendere la difesa avversaria che sventa il pericolo, seppur con una certa difficoltà, in calcio d’angolo. Questo non è altro del preludio di un copione che durerà per l’intera durata della prima frazione: pressing asfissiante degli uomini di Gasperini e occasioni su occasioni, mai effettivamente concretizzate però. Ottima la prestazione dell’esordiente dal primo minuto Barrow: cercato continuamente dai suoi compagni, arriva più volte alla conclusione ma non trova il gol. Insuperabile, in più di una circostanza, la saracinesca slovena, Handanovic, che tiene a galla i suoi. Icardi e Perisic provano a farsi vedere in avanti verso la fine della frazione, andando anche molto vicino al vantaggio, ma o la prontezza di Berisha o la scarsa precisione degli attaccanti stessi, non premia la squadra di Spalletti. Più che buona la prova della squadra di casa che ha messo in costante difficoltà e apprensione la difesa milanese

45′ – Si chiude qui la prima frazione di gioco, senza alcun minuto addizionale: è 0-0

44’ ˗ Cristante ci prova con il sinistro dalla distanza: facile presa a terra per Handanovic

42’ ˗ Clamorosa palla gol sprecata da Perisic. Il croato si muove benissimo tra le linee e ottiene campo aperto verso Berisha. Entrato in area di rigore, cerca di piazzarla sul palo lontano ma chiude troppo e il pallone finisce di pochissimo a lato

40’ ˗ Barrow cerca il sinistro da fuori area e trova una deviazione di un difensore: ennesimo corner

39’ ˗ Perisic arpiona ottimamente un pallone difficile in area di rigore ma Gosens spazza in corner

39’ ˗ Ancora tanta confusione tra le fila degli uomini di Spalletti che commettono ancora repentini e continui errori in difesa, dando all’Atalanta possibilità per affondare il colpo

38’ ˗ Barrow spizza di testa ma la sua posizione solitaria tra le maglie nerazzurre non gli permette di servire alcun compagno

36’ ˗ Ammonizione per Toloi, reo di aver trattenuto ripetutamente Rafinha: diffidato, salterà la prossima partita

34’ ˗ Barrow non arpiona un pallone centrale che sarebbe potuto diventare davvero invitante

32’ ˗ Primo ammonizione del match: Miranda reo di aver commesso una brutta entrata in ritardo su Gomez

31’ ˗ Prima vera occasione per l’Inter. Sul rapido contropiede, Icardi mette una palla deliziosa, d’esterno, per Perisic che da posizione leggermente defilata si invola in solitaria verso Berisha ma il portiere albanese allontana a mani alte

30’ ˗ Occasione colossale per l’Atalanta. Gomez crea un traversone pennellato al centro dell’area, imbeccato di testa, in tuffo, da Barrow ma il solito Handanovic si dimostra un’autentica saracinesca e respinge in tuffo

27’ ˗ Occasionissima Atalanta. Un pessimo errore di Cancelo sulla corsia di destra mette, ancora una volta, i padroni di casa nelle condizioni di passare in vantaggio con Barrow che, all’interno dell’area, calcia di poco a lato della porta di Handanovic

26’ ˗ Occasione Inter. Un retropassaggio di testa troppo lento e prevedibile di Caldara per il suo portiere rischia di mettere Icardi nelle condizioni di segnare ma Berisha intuisce e blocca prontamente

24’ ˗ Occasione Atalanta. Gosens si invola in solitaria verso Handanovic, seminando il panico tra gli uomini della difesa avversaria. Nonostante il contrasto di tre uomini, il centrocampista riesce ad arrivare alla conclusione ma lo sloveno si fa trovare prontissimo

23’ ˗ Toloi prova il lancio lungo per Barrow che aggancia splendidamente senza però riuscire a controllare: occasione sprecata

21’ ˗ In contropiede gli uomini di Gasperini provano ancora una volta a sorprendere la difesa avversaria. Un intelligente e pulito tocco d’esterno di Barrow mette Gomez nelle condizioni di affondare sulla corsia sinistra: il suo traversone rasoterra viene, però, allontanato

19’ ˗ Occasione Atalanta. Gosens serve una splendida palla centrale per il giovanissimo Barrow che si muove ottimamente sulla linea del fuorigioco arrivando al tiro ma trovando un insuperabile Handanovic sulla sua traiettoria. Altro calcio d’angolo

18’ ˗ Masiello prova a ostacolare e contrastare con il fisico la discesa di Rafinha ma il brasiliano riesce ad arrivare comunque al tiro: di poco a lato

16’ ˗ Rafinha viene steso da Freuler: l’ammonizione ci sarebbe stata ma Doveri non è d’accordo

16’ ˗ Ennesimo brutto errore della difesa che mette in difficoltà Handanovic: calcio d’angolo per i padroni di casa

14’ ˗ Barrow sfugge bene alla marcatura di Miranda e prova ad agguantare il pallone servitogli dal compagno ma il suo tentativo non si conclude positivamente. L’Atalanta ottiene comunque un interessante calcio d’angolo

12’ ˗ Ottimo uno/due tra Icardi e Rafinha di poco distante dal limite dell’area orobica che si conclude con un nulla di fatto. L’ex Barcellona reclama un fallo ma Doveri non fischia

11’ ˗ Cancelo riesce a sfuggire dalla marcatura di Gosens ma il suo traversone finisce dritto sul fondo: ottima occasione sprecata

9’ ˗ Inter in confusione. D’Ambrosio compie un retropassaggio pericolosissimo per il suo portiere che, dimostrando grande concentrazione, blocca in presa plastica

8’ ˗ Gomez prova a seminare il panico con una rapida discesa centrale. I suoi ripetuti dribbling, però, non sono sufficienti ad abbindolare Borja Valero che sventa la minaccia

7’ ˗ L’Atalanta continua il pressing offensivo: Barrow prova a sfruttare un errore della difesa nerazzurra ma Skriniar è più veloce e recupera

6’ ˗ Occasione divorata dall’Atalanta. Un rapido e preciso scambio al limite dell’area interista mette il Papu Gomez davanti ad Handanovic: il suo tentativo, però, sfiora il palo alla destra dello sloveno e finisce sul fondo

4’ ˗ Borja Valero manovra bene il pallone in mezzo al campo e conquista un calcio di punizione all’interno della sua metà campo

2’ ˗ Sugli sviluppi del calcio d’angolo, Caldara colpisce di prima intenzione ma la sua traiettoria finisce altissima sopra la traversa

1’ ˗ Subito brividi per l’Inter. Disimpegno sbagliato di D’Ambrosio che gioca una brutta palla corta centrale, rapidamente conquistata da Cristante. Il suo tentativo filtrante per Barrow viene intercettato dalla difesa ma il pallone viene subito riconquistato dai nerazzurri di casa che provano a mettere in mezzo all’area: Skriniar allontana in corner

1’ ˗ Doveri fischia il calcio d’inizio: sarà l’Inter a battere il primo pallone del match

Atalanta e Inter sono scese in campo e sono pronte a dare inizio alle danze davanti a un pubblico accorso numerosissimo

Atalanta-Inter: formazioni ufficiali

Sono uscite le formazioni ufficiali. Importanti e interessanti sono le novità di formazione per la squadra ospite: al posto di Cancelo in difesa (titolare ma portato più avanti nel modulo), partirà dal primo minuto Davide Santon nella linea a 4, sacrificato, per il momento, sarà dunque Karamoh. Formazione di casa, invece, completamente confermata rispetto alle previsioni

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Cristante; Barrow, Gomez. Allenatore: Gasperini

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Santon, Skriniar, Miranda, D’Ambrosio; Borja Valero, Gagliardini; Cancelo, Rafinha, Perisic; Icardi.  Allenatore: Spalletti

Atalanta-Inter: probabili formazioni e pre-partita

Dopo la tre giorni di Coppe europee dal sapore dolceamaro, ritorna il campionato con la 32° giornata. La 114° sfida in Serie A tra Atalanta e Inter metterà di fronte due formazioni vogliose di una vittoria che consenta loro di riavvicinarsi ai principali obiettivi stagionali, la Champions League per l’Inter e l’Europa League per l’Atalanta. Entrambe sono reduci da risultati non entusiasmanti: una sconfitta esterna per la squadra di Spalletti contro il Torino e un pareggio degli uomini di Gasperini contro la SPAL. Per quanto riguarda le formazioni, la squadra di casa non avrà a disposizione né IlicicSpinazzola, non ancora recuperati, così come Palomino, neanche convocato. Ritorno a guidare la difesa Caldara mentre in attacco, con Petagna squalificato e Cornelius non al meglio, ad affiancare Gomez potrebbe essere il giovanissimo Barrow.

Anche Spalletti avrà alcuni grattacapi da risolvere. Grande assente del match sarà il rinato Brozovic, squalificato. Non convocato per un problema agli adduttori non ancora risolto anche Vecino, così come Candreva che verrà convocato ma a causa di una botta partirà sicuramente dalla panchina; al suo posto, dovrebbe avanzare Cancelo, mentre al centro del campo dovrebbe tornare dal primo minuto Borja Valero.

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Cristante; Barrow, Gomez. A disposizione: Gollini, Rossi, Mancini, Castagne, Bastoni, Melegoni, Haas, Cornelius. Allenatore: Gasperini

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Miranda, Skriniar, D’Ambrosio; Gagliardini, Borja Valero; Karamoh, Rafinha, Perisic; Icardi. A disposizione: Padelli, Berni, Ranocchia, Dalbert, Lisandro Lopez, Santon, Candreva, Pinamonti, Eder. Allenatore: Spalletti

Atalanta-Inter: i precedenti del match

Sfida dal sapore antico quella che metterà di fronte Atalanta e Inter nella 32° giornata di Serie A. In totale i precedenti tra le due squadre, nella massima serie, raggiungono l’esorbitante numero di 113. Nonostante il dominio dei nerazzurri milanesi sia stato nettamente predominante, con 62 vittorie, 28 pareggi e 23 sconfitte, l’Atalanta si è sempre dimostrato un avversario ostico. Nelle ultime 19 sfide in trasferta a Bergamo, l’Inter è sempre riuscita ad andare a segno; curiosamente, però, la squadra ora allenata da Spalletti, nelle ultime otto gare, ha vinto fuori casa soltanto una delle ultime sfide in Serie A: quattro, infatti, sono i pareggi e ben tre le sconfitte. La sfida dell’andata è terminata con il risultato di 2˗0 per la formazione milanese, grazie a una doppietta di Icardi. L’ultima vittoria dei milanesi a Bergamo risale al febbraio 2015, quando il biscione riuscì a imporsi per 4˗1 grazie alle reti di Shaqiri, Palacio e la doppietta di Guarin, di Maxi Moralez la rete della Dea.

Atalanta-Inter: l’arbitro del match

Sarà  Daniele Doveri l’arbitro designato a dirigere l’interessante sfida tra i nerazzurri dell’Atalanta e quelli dell’Inter, in programma allo stadio “Atleti Azzurri d’Italia” di Bergamo alle 20.45. Per il fischietto di Volterra ˗ classe ’77, appartenente alla sezione di Roma 1, di professione impiegato ˗ sarà la sua 16° partita in Serie A in questa stagione. Di queste, Doveri ha già diretto l’Atalanta alla 16° giornata, nella vittoriosa trasferta di Genova contro il Genoa, e per due volte l’Inter, alla nella trasferta contro il Benevento vinta per 2˗1 e alla 18° nella sconfitta di misura patita contro il Sassuolo, anch’essa in trasferta. Nel complesso, con i nerazzurri di Milano i precedenti sono 12 ˗ 3 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte ˗ mentre sono 14 con quelli di Bergamo, per un bottino di 8 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte. A coadiuvarlo saranno gli assistenti Vivenzi e Lo Cicero, mentre il quarto uomo sarà Calvarese. Per quanto riguarda gli addetti al VAR, infine, il compito è stato affidato a Damato e a Ranghetti.

Atalanta-Inter Streaming: dove vederla in tv

Atalanta-Inter sarà trasmessa a partire dalle ore 20.45 in diretta sulle frequenze satellitari di Sky Sport (canali Sky Sport 1, Sky Sport Mix, Sky Supercalcio e Sky Calcio 1, anche in HD) e su quelle in digitale terrestre di Mediaset Premium Sport (anche in HD). Non è tutto, perché la partita sarà visibile anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile tramite app Sky Go e Premium Play.