Connettiti con noi

Hanno Detto

Bereszynski: «La Sampdoria mi parla come se fossi un futuro capitano»

Pubblicato

su

Bartosz Bereszynski, difensore della Sampdoria, ha parlato della situazione del calcio, degli Europei, del suo presente e del suo futuro in blucerchiato

Il difensore della Sampdoria, Bartosz Bereszynski ha parlato a meczyki.pl del suo futuro, della stagione, degli Europei e della situazione del calcio dopo la pandemia. Le sue dichiarazioni.

CLICCA QUI PER LE DICHIARAZIONI INTEGRALI

SAMPDORIA – «Quando ero in salute, giocavo sempre. In qualche partita sono stato pure capitano. Negli anni successivi il mio arrivo, sono riuscito a prendere la fascia dal braccio di Fabio Quagliarella. È stato un grande onore e un grande momento per me. Mi sentivo molto bene fisicamente. Ho giocato in vari ruoli, nella difesa a tre da centrale e in quella a quattro da laterale. Sento la fiducia in entrambi i ruoli. Dal punto di vista calcistico, penso che questa sia la mia migliore stagione in Serie A».

FUTURO E RINNOVO – «L’offerta dal club è arrivata. La Samp mi parla come se fossi un futuro capitano. Vorrebbero che restassi con loro per il resto della mia carriera. Questo è, ovviamente, un grande onore. Mi sento molto a mio agio qui, stiamo discutendo, ma non c’è fretta, perché ho ancora un contratto di due anni. Vedremo cosa accadrà. Ci saranno molti cambiamenti nel club. Claudio Ranieri se n’è andato e cambierà anche il reparto sportivo, quindi vediamo con calma. Non ho pressione. Penso ad EURO 2020  davanti a me e mi concentro su di esso».

Advertisement