Bigon: «Tomiyasu resta al Bologna. Supryaga operazione chiusa»

Bologna Stojinovic
© foto www.imagephotoagency.it

Riccardo Bigon ha parlato in conferenza stampa del mercato del Bologna: le dichiarazioni del direttore sportivo rossoblù

Riccardo Bigon, direttore sportivo del Bologna, ha parlato in conferenza stampa del mercato rossoblù.

BANI – «L’uscita di Bani è un’uscita dovuta a un’opportunità per lui. Noi oggi contiamo quattro centrali e numericamente siamo completi. Se fosse rimasto Mattia, al quale va il mio in bocca al lupo, avremmo avuto un centrale in più però è vero che quando hai doppi ruoli puoi considerare di avere una rosa concretamente completa. Inoltre avremo la possibilità di inserire qualche giovane dalla primavera e farlo crescere».

BUDGET – «La previsione del budget del Bologna e di tante altre squadre sia di serie A che di altri campionati è una previsione in perdita. È stato un mercato difficoltoso per tutti, dovuto ad una contingenza oggettiva. Dal momento che il fatturato scende non si ha da spendere. Poi c’è da dire che il budget del mercato lo fa spesso il mercato stesso. Se fosse arrivata qualche offerta irrinunciabile ci si sarebbe mossi in un certo modo. Abbiamo, però, rifiutato molte offerte perché pensiamo che certi nostri giocatori valgano molto di più di quello che il mercato può offrire oggi».

TOMIYASU – «Si può dire che lui è stato al centro di una di quelle trattative a cui abbiamo detto no perché al momento il mercato non ha le possibilità di darci quanto il giocatore per noi vale. Non vengo mai a parlare di cifre ma posso dirvi che la valutazione che ne ha fatto il Milan non corrispondeva alla nostra».

JUWARA – «Man mano che la rosa si avvicina al numero finale definitivo decideremo quali calciatori mandare a giocare altrove e quali tenere con noi. E’ sempre difficile decidere se mandare i giovani a fare esperienza o tenerli per le situazioni in cui ne potresti avere bisogno: dobbiamo valutare cosa sia meglio per tutti».

SUPRYAGA – «L’operazione Supryaga ad oggi si può considerare chiusa. Non c’è un piano B, in quanto non abbiamo la necessità di inserire in rosa un prospetto per il futuro».

MERCATO – «Abbiamo visto che abbiamo un centrale di discreta qualità che è Tomiyasu quindi abbiamo trovato in casa il rinforzo in difesa. Inoltre abbiamo Medel che ha visto due Coppe America come difensore centrale, quindi la situazione è da considerarsi buona a mio parere. È vero che non sono arrivati difensori di straordinaria qualità che avremmo potuto prendere in altre situazioni… A gennaio io e Di Vaio stavamo per chiudere un’operazione relativa a un centrale che in questo mercato è stato acquistato da una squadra di Premier, ma poi sappiamo cosa è successo. Certe trattative non si sono potute chiudere per un evidente problema che hanno subito anche le grandi squadre».