Blatter: «Non distruggeranno il mio lavoro»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex presidente Fifa si difende dalle accuse

Joseph Blatter non si arrende e tuona contro le istituzioni. Nonostante sia stato indagato e sospeso nell’ambito dello scandalo FIFA di qulache mese fa, l’ex presidente della Federazione Internazionale in una recente intervista allo Schweiz am Sonntag ha dichiarato di non arrendersi e di tirare avanti per la sua strada difendendo i suoi diritti e soprattutto tutelando il lavoro svolto in questi lunghi anni di presidenza Fifa.

LE DICHIARAZIONI. Se per molti questo fermo alle attività dirigenziali, avrebbe rappresentato la parola fine alla carriera dirigenziale dei Joseph Blatter, per il quasi ottantenne dirigente svizzero invece rilancia e accusa tutti i suoi denigratori. Così come riportato da Schweiz am Sonntag in una intervista fatta nella casa di Zurigo del presidente Blatter: «Sono un combattente, io non mi arrendo. Possono distruggere me ma non il lavoro di tutta la mia vita». E poi in risposta a tutti i suoi denigratori ha tuonato: «Sto bene e mi sento bene!».