Brescia, ag. Diamanti: “Vuole aiutare il Brescia a salvarsi”

© foto www.imagephotoagency.it

Il Brescia è invischiato nella lotta per non retrocedere in Serie B. La sconfitta contro il Cesena è un chiaro indizio di come stanno andando le cose alle rondinelle negli ultimi tempi, ed il cambio in panchina, con Beretta al posto di Iachini, non ha portato sin qui i risultati desiderati. Uno dei giocatori a cui viene attribuito il momento “no” dei lombardi è Alessandro Diamanti, il quale è stato contestato dai tifosi. Queste le considerazioni del suo agente, Luca Pulcinelli, intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva: “EÃ?´ stato soltanto un episodio quello di ieri, con i tifosi che hanno preso Alessandro come esempio. Noi siamo contenti sia dal punto di vista comportamentale che tecnico, anche se purtroppo in Italia questi episodi sono frequenti: succede spesso che i giocatori vengano ripresi dai tifosi. Mi dispiace perchè Alessandro è un ragazzo sensibile, per bene e pulito, che dà  sempre il massimo. Succede, ma non gli darei più importanza di quella che in realtà  ha. Quando uno va in campo e dà  il massimo un paio di partite le può anche non giocare bene, ma lÃ?´importante è avere un comportamento serio e cercare di dare il massimo come Alessandro fa sempre. Sicuramente sono cose che non fanno piacere, ma fanno parte anche del lavoro di un giocatore. Certo, non è che i giocatori ci siano abituati, ma cÃ?´è lÃ?´esperienza necessaria per reagire. à? talmente importante, poi, la salvezza del Brescia che lì per lì un epoisodio del genere può darti fastidio e farti stare male, ma poi bisogna reagire. Io lÃ?´ho sentito stasera, era dispiaciuto, comÃ?´è normale che sia, ma tranquillo. Trasferimento? Da parte nostra cÃ?´è la volontà  ancora più decisa di contribuire alla salvezza del Brescia, perchè le cose a metà  non si lasciano. Certo, a fine anno si tireranno le somme: per Alessandro questa è una stagione importante, ha iniziato bene, è andato bene, sta facendo unÃ?´annata discreta, quindi adesso ci vuole calma e serietà , pensando allÃ?´obbiettivo principale che è quello della salvezza del Brescia. Il suo rendimento? Secondo me, in generale, può ritenersi soddisfatto, anche se un giocatore delle sue qualità  deve sempre cercare di dare il meglio: può succedere che in qualche occasione, comÃ?´è successo domenica, venga sostituito allÃ?´intervallo, non è che uno possa fare la differenza ogni domenica. Sta facendo una buona annata in una squadra che deve soffrire molto per riuscire ad ottenere la salvezza. Tanto che sinceramente quando è successo questÃ?´episodio sinceramente son caduto dalle nuvole. Non credo, infatti, che ne siano state le sue prestazioni la causa: credo piuttosto che quando cÃ?´è una squadra discreta come il Brescia, i tifosi non si aspettassero di trovarsi in una posizione di classifica come quella attuale. Per questo credo sia stato preso Alessandro per tutta la squadra, perchè ne è il giocatore più rappresentativo in questo momento. Sono rimasto amle anchÃ?´io come lui, perchè fino a qualche settimana fa sentivo parlare di squadre importanti per lui. In ogni caso, non cambia niente nel suo rapporto con Brescia, anche perchè la scelta di Diamanti di vestire la maglia delle Rondinelle è stata legata soprattutto alla presenza di Corioni, persona carismatica e seria”.