Brescia, Corioni: “Tassi non si muove da qui”

© foto www.imagephotoagency.it

Il 12 febbraio 1995 è nato Lorenzo Tassi, un ragazzino di sedici anni che, con la maglia del Brescia, fa impazzire gli addetti ai lavori. E’ giovane, di strada ne deve ancora percorrere ma, nonostante ciò, viene già  paragonato ad uno dei mostri sacri del calcio italiano e mondiale: Roberto Baggio. In tanti rivedono nel talentuoso Tassi le gesta del Divin Codino: da società  del calibro di Inter e Milan, nel quale il fuoriclasse di Caldogno ha militato, alle big del calcio tedesco. Negli ultimi giorni infatti club di rango come Bayern Monaco, Borussia Dortmund ed Amburgo hanno intensificato i contatti con la dirigenza bresciana con l’obiettivo di portare uno dei più grandi talenti nostrani in Germania, si vocifera addirittura che ci siano stati degli incontri tra le parti. Sarebbe veramente un peccato vedere allontanarsi dal nostro calcio un altro giovane di belle speranze. Possibile che Lorenzo Tassi sia destinato a percorrere lo stessa via dei già  noti Federico Macheda e Giuseppe Rossi? E ne abbiamo citati soltanto due… Per fare chiarezza sulla vicenda, i microfoni di generazioneditalenti.com hanno raggiunto in esclusiva il Presidente del Brescia Gino Corioni, il quale, cordialmente, ha spiegato la vicenda legata al suo pupillo: “Il ragazzo interessa un pò a tutti però adesso è qui, a Brescia. Offerte serie non ne abbiamo ricevute e poi stiamo parlando di ’95, un ragazzo molto giovane”. Proprio così, tanto giovane quanto promettente, la società  lombarda ripone in lui grandi speranze: “Tassi è un campione, – continua il numero uno bianco-blu – non può andar via anche perchè ha un contratto che lo lega alla nostra società “. Molto bene, il calcio italiano, per il momento, può dormire serenamente.

Fonte | di Valerio Spadoni per “generazioneditalenti.com”