Buffon, non è ancora finita: Maldini e il nono scudetto nel mirino del portiere

buffon
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo la delusione con l’Italia. Gigi Buffon vuole due record: la vetta di presenze in A e il nono scudetto alla Juve

Quando tocchi il fondo non puoi far altro che risalire. Gianluigi Buffon insieme a tutti gli azzurri il fondo l’ha toccato con mano. La mancata qualificazione al Mondiale 2018 rimane e sarà per sempre una cicatrice indelebile sulla sua pelle; ma anche nei periodi più bui la vita ti da sempre una seconda possibilità che nel caso del portiere si chiama Juventus.
Gigi si toglierà i guanti a fine stagione a meno di colpi di scena (come vincere la Champions, unico trofeo mancante in un palmares invidiabile), prima però ha ancora alcuni traguardi da raggiungere. Personali, come il record di presenze in A, e di squadra, come il settimo scudetto di fila e l’agognata Champions.

Ventuno partite da giocare su ventisei mancanti per raggiungere e superare Maldini alla voce “presenze in Serie A”. L’ex capitano del Milan è a 647, Buffon vuole superarlo e contemporaneamente vorrebbe essere l’unico calciatore ad aver conquistato nove scudetti in carriera. Ma è facile immaginare che baratterebbe sia il primato di presenze in A sia l’ennesimo titolo italiano con la prima Coppa Campioni della sua vita. Se giochi a 40 anni, significa che c’è un sogno che non hai ancora smesso di inseguire. Lui stesso ha ammesso recentemente che il fatto di non aver vinto ancora la coppa dalle grandi orecchie lo sprona a dare il massimo: «Quando mi ritirerò mi porterò dietro la certezza che nulla è scontato e niente è impossibile. Se avessi vinto la Champions forse sarei svuotato, il fatto di non esserci ancora riuscito mi sprona.»