Calcioscommesse Atalanta: caso Doni, in arrivo una multa?

Calcioscommesse Atalanta: caso Doni, in arrivo una multa?
© foto www.imagephotoagency.it

Calcioscommesse Atalanta: fine dell’ennesima inchiesta sull’ex capitano Cristiano Doni, imputato anche dalla giustizia sportiva per la partita col Crotone pareggiata 2 a 2 nell’aprile 2011 in Serie B. Doni rischia una nuova squalifica e la società una penalizzazione di due punti

CALCIOSCOMMESSE ATALANTA, CASO DONI: NIENTE PENALIZZAZIONE?, 17 DICEMBRE – Nuovi aggiornamenti sul caso Doni – Atalanta. I nerazzurri hanno già pagato molto e di questo il procuratore ha tenuto conto e la Dea dovrebbe scongiurare l’ipotesi di una penalizzazione ma dovrebbe ‘cavarsela’ con una ammenda da 25 mila euro in continuazione con gli 8 punti di penalizzazione già scontati. Quattro mesi di squalifica invece per l’ex capitano che non ci sta: «Ora basta, sarebbe ingiusto». Il verdetto arriverà nei prossimi giorni. A riferirlo è “L’Eco di Bergamo“.

Siamo arrivati alla fine della lunghissima inchiesta sul calcioscommesse che vede come protagonista principale l’ex capitano dell’Atalanta Cristiano Doni e l’ex preparatore del Ravenna Nicola Santoni. Al termine dell’indagine tutto pare ruotare intorno ad una partita chiave: Crotone – Atalanta, 2 a 2Serie B, del 22 aprile 2011. Secondo gli investigatori sarebbe proprio in quella partita che Doni avrebbe orchestrato in ogni modo il pareggio, mettendo in piedi la combine (Doni, per l’altro filone di inchiesta sul calcioscommesse, è già stato sospeso). Cosa potrebbe succedere adesso? Possibile che la FIGC sollevi un vizio di forma: entro trenta giorni deve essere data comunicazione dalla Procura della fine di un’inchiesta per poter procedere con i deferimenti, ma attenzione perché di fatto l’inchiesta FIGC è già stata chiusa oltre un anno fa, nell’agosto 2015. La Procura ha già accolto il ricorso di chi vorrebbe che le scadenze fissate fossero non perentorie (cioè potenzialmente da sforare) e la questione, che è più che altro di forma, rimane assolutamente aperta per Doni, che potrebbe incorrere in una nuova sanzione (una prosecuzione della squalifica) oppure venire graziato.

Calcioscommesse Atalanta: i nerazzurri rischiano la penalizzazione

La sorte di Doni è ancora strettamente collegata a quella dell’Atalanta, nonostante l’ex capitano non sia più tesserato. Sì, perché se Doni dovesse venire ancora una volta ritenuto colpevole e sanzionabile dalla giustizia sportiva, riporta stamane L’Eco di Bergamo, anche i nerazzurri andrebbero incontro ad una sanzione: se a Doni verrà concessa una prosecuzione dell’attuale squalifica per altri anni, l’Atalanta rischia un’ammenda. Se però a Doni dovesse essere comminata proprio una nuova squalifica (di altri tre anni e mezzo magari), da regolamento gli orobici potrebbero rischiare fino a due punti di penalizzazione nel campionato attuale. C’è anche l’ipotesi che, come detto sopra, Doni venga in qualche modo graziato e il suo illecito sportivo si trasformi in semplice slealtà sportiva, con pochissimi mesi di squalifica e con nessuna provvedimento serio preso a carico dell’Atalanta. Da oggi inizia un nuovo capitolo.