Il Camp Nou, il maestoso stadio del Barcellona

Il Camp Nou, il maestoso stadio del Barcellona
© foto Stadio Camp Nou Barcellona

Tutto sul Camp Nou, lo stadio più capiente d’Europa che ospita le gare casalinghe del Barcellona, inaugurato nel 1957

A livello di capienza e maestosità c’è uno stadio che in Europa batte tutti gli altri: il Camp Nou, l’imponente casa del Barcellona, che dal 1957, l’anno della sua inaugurazione, ospita le partite interne della formazione catalana ed è attualmente oggetto di un nuovo piano di ampliamento.

Il Camp Nou si deve alla volontà del presidente blaugrana Francesc Miró-Sans, che nel 1954 decise che era arrivato al momento di regalare alla squadra un nuovo stadio al posto del vecchio Stadio di Le Corts. Il progetto fu realizzato dagli architetti Francesc Mitjans, Lorenzo García Barbón e Josep Soteras e costò al club catalano ben 288 milioni di pesetas, pari a oltre un milione e 730 mila euro attuali.

I lavori durarono circa 3 anni e l’impianto fu inaugurato il 24 settembre 1957 in una gara amichevole contro i polacchi del Legia Varsavia organizzata ad hoc e vinta 4-2 dai catalani. A realizzare il 1° gol nello stadio fu Eulogio Martínez. Lo stadio avrebbe dovuto portare il nome del fondatore della società, Hans Gamper, ma siccome diverse autorità dell’epoca si opposero alla fine si optò per Estadi del Futbol Club Barcelona.

Nel 1959 furono installati i riflettori, mentre il tabellone luminoso è arrivato nel 1976. La capienza iniziale dell’impianto era di 93053 spettatori, ma questo numero fu ampliato a 121749 durante i Mondiali di Spagna 1982 disputati nel Paese iberico. In seguito ci fu una riduzione della capienza. Sempre per i Mondiali di Spagna 1982 furono create l’area vip e l’area stampa, mentre nel 1984 è stato realizzato il Museo della società, oggi visitabile, che sorge sotto la tribuna principale, ha una superficie espositiva molto ampia, che si sviluppa su più di 3500 metri quadri, e accoglie un percorso che consente di entrare in contatto con la storia, con le immagini e con i protagonisti di uno dei club più prestigiosi al mondo.

Negli anni Novanta del secolo scorso e fino al 1998, il Camp Nou ha subito un’importante opera di ristrutturazione. Nel 2001, dopo un referendum fra i tifosi indetto dall’allora presidente Joan Gaspart, lo stadio prese definitivamente il nome di Camp Nou, come già veniva informalmente chiamato da tutti. Lo Stadio Camp Nou ha ospitato nella sua storia 2 finali di Champions League (Milan-Steaua Bucarest 4-0 del 24 maggio 1989 e Manchester United-Bayern Monaco 2-1), 2 finali di Coppa delle Coppe, 1 finale di Coppa delle Fiere e ben 5 Supercoppe europee, oltre a 2 gare degli Europei 1964 e a 5 partite dei Mondiali di Spagna 1982 (fra cui la semifinale Polonia-Italia 0-2).

Accanto all’imponente struttura sorgono altri due impianti di proprietà del club catalano, come La Masia, il centro sportivo dove vengono formate le Giovanili e il Mini Estadi, lo stadio in cui gioca la seconda squadra del Barcellona. L’attuale Camp Nou ha una capienza di 99.354 spettatori, che rendono lo stadio catalano il più grande d’Europa davanti al nuovo Wembley (90 mila spettatori) e allo Stadio Santiago Bernabeu (81044 spettatori).

Il nuovo Camp Nou

Negli anni Duemila cadde un primo progetto di ristrutturazione con ampliamento dell’impianto del Camp Nou. Un nuovo progetto di ampliamento ha visto però la luce nel 2014 ed è stato perfezionato nel 2015.

Il progetto prevede una riqualificazione dell’intera area del quartiere Les Corts, incluso il Camp Nou, che arriverà ad ospitare 105 mila spettatori, confermandosi lo stadio più grande del Vecchio Continente. Il costo dell’opera ammonta a circa 600 milioni di euro, che saranno in parte finanziati mediante un prestito. I lavori dovrebbero iniziare nel corso dell’estate 2019 e terminare nel 2023.

Del progetto fa parte il nuovo stadio del settore giovanile, che sarà intitolato a Johan Cruijff, e sorgerà nella zona di Sant Joan Despí, a circa 8 chilometri dal Camp Nou. Il Joahn Cruijff Stadium, il cui design è ispirato allo storico Camp de la Indústria, lo storico impianto dove il Barça iniziò a giocare agli inizi del XX secolo, avrà una capienza di 6 mila spettatori e un costo di circa 12 milioni di euro. Nell’area saranno realizzati anche 700 parcheggi. Quest’impianto, come spiegato da Bartomeu, sarà utilizzato dal Barcellona B, dalla squadra femminile e dall’Under 19.

Stadio Camp Nou Barcellona: info generali

Indirizzo: Avenida Aristides Maillol, 12, 08028 Barcellona
Inizio lavori: 1954
Inaugurazione: 1957
Struttura: Pianta ellittica
Pista d’atletica: no
Costo: 288 milioni di pesetas
Ristrutturazione: 1995, 2008, 2018-presente
Materiale del terreno: GrassMaster
Dimensioni del terreno: 105 × 68 m
Proprietario: Futbol Club Barcelona
Gestore: Futbol Club Barcelona
Progetto: Francesc Mitjans, Lorenzo Barbón e Josep Soteras
Uso e beneficiari: Barcellona (dal 1957)
Capienza: 99.354

Camp Nou Barcellona: mappa

Settori Stadio Camp Nou Barcellona

Ecco tutti i settori in cui è suddiviso il Camp Nou, lo Stadio del Barcellona:
settori camp nou calcionews24

Il Museo del Barcellona

Creato nel 1984, il Museo del Barcellona può contare su un’area espositiva vasta 3500 metri quadrati. All’interno i visitatori troveranno video, opere d’arte e cimeli dei protagonisti di un passato recente e meno recente, nonché un archivio ricco di documenti, per un’esperienza intrigante e avvincente per tutti i tifosi e gli appassionati di calcio, che potranno visitarlo all’interno del Tour dello stadio. Il Museo è aperto:

  • Dal lunedì al sabato (dal 4 Aprile al 9 Ottobre) dalle ore 10:00 alle ore 20:00 (è possibile effettuare il tour dello stadio fino ad un’ora prima della chiusura del museo). Durante il resto dell’anno è in vigore il seguente orario: dalle ore 10:00 alle ore 18:30.
  • Domenica e giorni festivi dalle ore 10:00 alle ore 14:30 (è possibile effettuare il tour dello stadio fino ad un’ora prima della chiusura del museo).

La visita al Museo del Barcellona è inserita all’interno del Tour dello Stadio.

Tour Stadio Camp Nou Barcellona

Chi volesse può effettuare un’esperienza completa al Camp Nou, godendosi un tour guidato dello stadio e una visita al Museo del Barcellona. Il prezzo del biglietto è di 23 euro, ridotto a 18 euro per le persone oltre i 70 anni, disabili, studenti, membri dei club affiliati al Barcellona e bambini dai 6 ai 13 anni.

L’ingresso è gratuito per i bambini sotto i 6 anni di età e per tutti i soci del Barcellona. Per ottenere i biglietti si possono sfruttare diverse modalità di acquisto: o online, direttamente sul sito del club; o ai botteghini, all’ingresso 9 e all’ingresso 15, con le vendite che si concludono 45 minuti prima dell’orario di chiusura; o alle macchinette automatiche che si trovano davanti all’ingresso 9. I biglietti per i disabili e per i membri dei club affiliati al Barcellona però, si possono comprare solo ai botteghini.

L’orario del tour è dalle 10 alle 17.30 nei giorni feriali. La chiusura è anticipata alle 13.30 la domenica e nei giorni festivi e alle 13 nei giorni in cui si disputano le partite. Nel tragitto proposto ai visitatori del Camp Nou, tifosi e appassionati visitano gli spogliatoi ed effettuano il percorso che fanno le squadre prima dell’ingresso in campo. Ma nell’ambito del tour si ha l’opportunità di vedere anche la zona vip e gli ambienti riservati alle autorità e ai dirigenti, oltre a sedersi sulle tribune che ospitano le grandi personalità e di entrare in sala stampa. Sempre nel tour è prevista anche la visita alla cappella dello stadio, dove si trova una raffigurazione della Madonna di Montserrat, protettrice della Catalogna.

Il prezzo del biglietto cambia in base all’opzione che si sceglie per il proprio tour:

  • Camp Nou Experience standard – Biglietto con ora e data d’ingresso prefissati: 26€ per gli adulti – 20€ per ragazzi (6 – 13 anni) /studenti/> 70 anni – 0€ bambini (0 – 5 anni)
  • Camp Nou Experience standard open date – Biglietto con data e ora libere: 30€ per gli adulti – 24€ per ragazzi/studenti/> 70 anni – 0€ bambini (0 – 5 anni)
  • Camp Nou Experience Plus. Biglietto con ora e data fisse inclusivo di esperienza virtuale: 36€ per gli adulti – 30€ per ragazzi 6-13 anni/ > 70 anni – 10€ bambini (0-5 anni)
  • Visita Guidata (bilingue inglese e spagnolo): 50€ per gli adulti – 35€ per ragazzi 6-13 anni/ > 70 anni – 0€ bambini (0-5 anni)

I biglietti per il Tour del Camp Nou possono essere acquistati:

Il Tour del Camp Nou non è disponibile nei giorni in cui vengono disputate le partite di Liga Spagnola e di Champions League (in quest’ultimo caso anche il giorno prima).

Come arrivare al Camp Nou di Barcellona

Lo Stadio Camp Nou di Barcellona è situato in Avenida d’Arístides Maillol. L’impianto può essere raggiunto in vari modi:

  • Auto: è sconsigliato recarsi al Camp Nou in questo momento con un auto privata, dato che per via dell’elevato traffico e del massiccio afflusso di spettatori è molto difficile trovare un parcheggio a distanza ragionevole dall’impianto. Nell’impianto c’è infatti un parcheggio, ma quest’ultimo è riservato in maniera esclusiva ai soci del club.
  • Metropolitana: in base al settore del Camp Nou per cui si è preso il biglietto della partita, è possibile raggiungere lo Stadio con 2 diverse linee della metro, la Linea Verde (L3) o la Linea Azzurra (L5). Queste le fermate consigliate a seconda degli accessi:
  1. Accesso 1-10: Palau Reial (L3), circa 11 minuti a piedi
  2. Accesso 11-16: Collblanc (L5), circa 7 minuti a piedi
  3. Accesso 17 e 18: Badal (L5), circa 6 minuti a piedi
  4. Accesso 19-21: Les Corts (L3), circa 8 minuti a piedi
  • Tram: è possibile raggiungere il Camp Nou anche attraverso il Tram, attraverso le linee T1, T2 e T3 che partono da Plaza Francesc Maciá, scendendo alle fermate Pio XII e Avinguda de Xile;
  • Autobus: ci sono ben 18 linee dell’autobus che nel loro tragitto hanno una fermata al Camp Nou. Queste sono la D20, H6, H8, 7, 33, 54, 56, 57, 59, 63, 67, 68, 70, 75, 78, 113, 157 e L12. Per rientrare invece si potranno prendere le linee notturne N2, N3, N12, N14.

Come raggiungere il Camp Nou dagli aeroporti di Barcellona-El Praet e Barcellona-Girona

Per raggiungere il Camp Nou atterrando con l’aereo all’aeroporto di Barcellona-El Praet bisogna raggiungere con l’airbus il centro della città e da qui spostarsi in metro, tram o autobus. Discorso simile anche se si atterra all’aeroporto di Barcellona-Girona, distante circa 100 chilometri da Barcellona e meta soprattutto dei voli low cost.

Camp Nou Barcellona: Alberghi e Bed & Breakfast

Chi dovesse andare a vedere una partita al Camp Nou può alloggiare in uno dei B&B o degli Hotel che si trovano nella zona vicina allo Stadio, oppure alloggiare nel centro cittadino per poi raggiungere con i mezzi pubblici l’impianto.