Contestazione Udinese: la società adotta comunque la linea morbida

Contestazione Udinese: inizialmente con il Sassuolo cori solo per Zico, dopo la sconfitta cori contro i Pozzo. Le ultimissime notizie

Contestazione Udinese: linea morbida della società – 21 febbraio

In casa Udinese non si attraversa un periodo facile. La mancanza di risultati e di gioco dei bianconeri ha fatto sollevare la protesta della piazza, solitamente tranquilla. Il ko interno contro il Sassuolo non segnerà però l’inizio di un ritiro o di altre punizioni per la squadra di Delneri. La società ha infatti deciso, per ora, di intraprendere la linea morbida come testimoniano queste parole al Messaggero Veneto del direttore sportivo dei friulani Nereo Bonato: «Non credo proprio che la squadra verrà mandata in ritiro, anche se ne parleremo con Delneri. I problemi da risolvere sono altri e cercheremo di farlo in settimana».

Contestazione Udinese: cori contro Pozzo e la società

Contestazione Udinese: le ultimissime. Grande festa al “Friuli” per il ritorno del Re, Zico. Il brasiliano ha assistito alla sfida con il Sassuolo e inizialmente i cori e gli sguardi degli spettatori erano solo per lui. La sconfitta in rimonta subita contro il Sassuolo però rischia di lasciare strascichi pesanti in casa bianconera. L’Udinese ha ancora un buon margine dalla zona retrocessione con i friulani che possono dormire sonni tranquilli grazie ai 15 punti di vantaggio sul Palermo ma i tifosi, evidentemente, vogliono di più. Gli anni dell’Europa sembrano essere un lontano ricordo e dopo la sconfitta interna è scattata la contestazione contro i Pozzo: «Dovete spendere di più!». L’Udinese non riesce più nell’intento di scovare grandissimi talenti, valorizzarli per poi rivenderli ed evidentemente qualcosa si è spezzato e deve trovare nuove idee per rigenerarsi. A riportarlo è “Il Messaggero Veneto“.