D’Amico testimone al processo dell’ex commercialista: perde la pazienza in tribunale

ilaria d'amico buffon
© foto www.imagephotoagency.it

E’ successo ieri a Roma: Ilaria D’Amico perde la pazienza in Tribunale al processo contro Davide Censi, suo ex commercialista, per le ore di attesa

Ilaria D’Amico perde la pazienza in Tribunale a Roma. La conduttrice di Sky Sport e moglie del capitano della Juventus e della Nazionale Italiana, Gigi Buffon, è rimasta ieri ben 5 ore in tribunale per confermare le accuse contro Davide Censi, suo ex commercialista che le avrebbe sottratto una cifra di oltre 1,2 milioni di euro destinati alle tasse. Prima di confermare le accuse a Censi, la D’Amico si è spazientita per le ore e ore di attesa prima di sentirla come testimone: «Confermo quanto ho già dichiarato nel luglio 2016, devo tornare a Milano, ho due figli» come riportato da Il Messaggero. Un’attesa di diverse ore che ha spazientito la D’Amico, nonostante i tentativi di rassicurazione da parte del pubblico ministero che non hanno prodotto esito, fino al suo turno come testimone: «Dico solo che la mia querela è del dicembre del 2013.  Ma questo è il paese delle sòle. Lunga vita alle sòle. Rimango a bocca aperta, ma non è che lo scopra oggi» ha polemizzato la D’Amico in aula di tribunale durante l’esposizione della sua testimonianza.