Connettiti con noi

Calcio italiano

Conferenza stampa Dionisi: «Sono convinto che a Firenze possiamo fare risultato»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Le parole di Alessio Dionisi in conferenza stampa in vista della sfida del suo Sassuolo contro la Fiorentina di domani

Alessio Dionisi ha presentato in conferenza stampa la sfida di domani contro la Fiorentina. Le parole dell’allenatore del Sassuolo:

FIORENTINA AVVERSARIO PEGGIORE – «Perché è una squadra che gioca, è in salute e lo dimostra ad ogni partita. I risultati sono una conseguenza di queste cose, credo sia la squadra al momento più in forma del campionato».

PRECEDENTI IN TRASFERTA – «Ogni partita ha un inizio e una fine. Quelle partite hanno avuto una loro storia, ora siamo preparati per fare un’altra partita all’altezza contro un altro avversario. Siamo sfavoriti sulla carta, però la carta a volte si cambia».

FERMARE VLAHOVIC – «Da squadra. Difficile individualmente perché è un giocatore che vince tanti duelli, ma non dobbiamo pensare solo ad un giocatore. Lui fa tanto per la Fiorentina ma hanno tante armi e dobbiamo essere bravi a difenderci dagli attacchi che loro sicuramente porteranno».

DERBY DEGLI EMERGENTI – «E’ una constatazione. Io sono al primo anno in A, Italiano ha già fatto benissimo in passato in questa serie».

ITALIANO – «Ci conosciamo di vista perché ci siamo affrontati, ma non abbiamo avuto modo di fermarci a parlare».

MERCATO – «Sono grande per la letterina. Se oggi devo fare una richiesta la faccio solo ai miei giocatori».

DIFFICOLTA’ – «La Fiorentina sta facendo bene. Credo abbia un organico importante. Dobbiamo accettare i momenti in cui ci metteranno in difficoltà, per poi metterli in difficoltà a nostra volta. Giochiamo con una squadra intensa e aggressiva, ma sono convinto che possiamo fare risultato».

DJURICIC – «Djuricic non ci sarà neanche col Bologna alla prossima, ma tornerà per la prima di ritorno».

BERARDI E FERRARI – «Tutto regolare. Si sono allenati con il gruppo e saranno disponibili».

FORMAZIONE – «Se le cose vanno bene le scelte sono state fatte giuste, altrimenti sono sbagliate. Già scegliere è importante, spero solo che dopo si dica che sono state giuste».

ANCORA BERARDI – «Lo vedremo più avanti quello, cosa posso dire di più? E’ il nostro top player, non si ferma ai numeri ma sono le prestazioni che danno continuità. Uno come lui è da esempio per tutti gli altri giocatori».