Disavventura per l’arbitro Turpin. Il fischietto francese truffato, ma tutto si è risolto

turpin arbitro
© foto www.imagephotoagency.it

L’arbitro francese è stato vittima di una brutta esperienza. Dopo la buona prestazione in Juventus-Ajax, ha subito un furto d’identità, ma la cosa è stata risolta senza conseguenze

Clement Turpin è stato vittima di una truffa, il transalpino, uno degli arbitri più quotati nel panorama europeo, ha subito un furto d’identità. Secondo L’Equipe, un auto a dir poco “sospetta” era intestata a suo nome. Il mezzo era utilizzato da alcuni narcotrafficanti, per affari illegali, si parla di trasporto di droga e armi.

Inoltre sull’auto è stato ritrovato più di un milione di euro in contanti. Queste le simpatiche parole di Turpin, dopo la disavventura: «Con ciò non ho nulla a che vedere. Come dico sempre, il mestiere dell’arbitro è molto pericoloso».

Turpin 36 anni ha arbitrato pure i Mondiali di Russia 2018, l’altra sera nella sfida di Torino è piaciuta molto la sua personalità in campo, peccato che la Juventus lo abbia trovato in una serata sfortunata.