Dybala: «Con Allegri dovevo sacrificarmi e svolgere tre compiti, mentre con Sarri…» – VIDEO

Iscriviti

Paulo Dybala ha parlato delle differenze tra Maurizio Sarri e Massimiliano Allegri. Le parole dell’argentino

Nuovi passaggi dell’intervista rilasciata da Paulo Dybala ad AFA Play.

DIFFERENZE ALLEGRI-SARRI – «Alla Juve Allegri mi chiedeva di assistere Mandzukic, come Vazquez faceva con me. Facevo l’enganche, dovevo sacrificarmi difensivamente e svolgere tre compiti. Negli anni successivi l’allenatore mi ha dato totale libertà di movimento e così io giocavo attaccante, centrocampista ed esterno. Facevo quello che lui voleva. Con Sarri già svolgo tre lavori e con Ronaldo sto trovando un gran feeling».

MODO DI ESSERE – «Sono molto esigente con me stesso, mi interrogo su ciò che sto facendo male e su come migliorare. A maggior ragione se giochi nella Juventus, dove puoi sempre lottare per qualcosa di importante, inclusa la Champions. Parlo spesso con l’alle- natore, ci confrontiamo sulle nostre idee senza problemi».

SIVORI – «Io e Sivori? Qui lo amano, allo stadio e al museo ci sono tante sue immagini. Abbiamo conosciuto il figlio in un hotel in centro, ero con mio fratello. E’ un onore essere paragonato a lui, giocatore incredibile e figura molto importante nella storia del club».