Esposito difende la Juventus: «Basta ipocrisie sui rapporti club-ultrà»

Esposito difende la Juventus: «Basta ipocrisie sui rapporti club-ultrà»
© foto www.imagephotoagency.it

Il caso biglietti della Juventus è ormai diventato il processo del momento. Nella Commissione Antimafia opera anche Stefano Esposito del PD che ha detto la sua sull’argomento

Stefano Esposito è un senatore del Partito Democratico che adesso è nella Commissione Antimafia. È chiamato a pronunciarsi sul caso biglietti della Juventus e soprattutto va in controtendenza, almeno in quanto a comportamento, rispetto al collega Marcello Taglialatela. Esposito, a proposito del caso ‘Ndrangheta e non solo, ha dichiarato: «Chi si scandalizza perché la Juventus tratta con gli ultrà è un ipocrita. Basta far finta di non sapere! Gli ultrà ricattano le società da sempre, si hanno mezzi ridicoli per reprimere il fenomeno». Il Daspo e la tessera del tifoso non sono utili per il politico, secondo cui i rapporti tra tifosi facinorosi e società servono principalmente per mantenere l’ordine negli stadi: «Si deve garantire la sicurezza di migliaia di persone, per tenere a bada la marmaglia si danno cose in cambio come i biglietti. I compromessi sono voluti dalla Polizia». Esposito ha raccontato a Tuttosport di avere la ricetta per arginare questo problema, vale a dire un progetto di legge che prevede l’istituzione di un responsabile giuridico di ogni gruppo che sia il punto di riferimento di ciò che succede nel suo settore, escludendo la responsabilità oggettiva dei club. «Quel progetto è in Parlamento da due anni, non c’è interesse politico per risolvere questa vicenda…» ha concluso Esposito.