Everton: Ancelotti chiede molto ai propri terzini

Iscriviti
everton ancelotti
© foto www.imagephotoagency.it

L’Everton di Ancelotti rifinisce soprattutto grazie ai terzini. Gli attaccanti devono essere bravi a creare spazio per loro

Spesso, nel calcio moderno è importante occupare l’ampiezza anche se poi non si va effettivamente al cross. La presenza di due riferimenti sempre larghi consente di “stirare” gli avversari, aiutando così a trovare spazi tra le linee.

L’Everton di Ancelotti è esattamente il contrario. Avendo il cross come principale fonte di rifinitura, tende a stringere molto gli attaccanti per creare così spazio per le sovrapposizione dei terzini. Un esempio nella slide sopra, in cui Coleman si butta ad aggredire la profondità. Gli attaccanti sono invece molto vicini tra di loro.