Gamberini: «Il derby? Due partite in una»

© foto www.imagephotoagency.it

Punto importante quello conquistato ieri, ma l’attenzione dei giocatori è già alla stracittadina di domenica all’ora di pranzo.

Nemmeno il tempo di godersi il quinto risultato utile consecutivo che il Chievo Verona è già proiettato al derby contro l’Hellas. Nel match di ieri contro il Sassuolo, infatti, gli uomini di Rolando Maran hanno conquistato un risultato importante e il decimo posto in classifica. Ma i giocatori preferiscono rimanere con i piedi per terra e guardare già a domenica prossima quando, all’ora di pranzo, si giocherà il derby contro i cugini del Verona.

«Il Sassuolo ha una classifica che non rispetta le loro potenzialità – ha commentato a fine gara Alessandro Gamberini – e poi ha anche un potenziale offensivo di prim’ordine. Sapevamo che sarebbe stato difficile giocare oggi perchè loro avevamo bisogno di muovere la classifica, ma anche noi abbiamo risposto con la stessa determinazione. Queste sono partite complicate, o riesci a sbloccarle subito e fai molta fatica e allora, a quel punto, l’importante è non subire gol e  limitare il più possibile le loro folate. Forse nel secondo tempo abbiamo smesso di provare a giocare da dietro e loro hanno alzato il baricentro. E’ comunque un punto che a noi fa bene. Avere realizzato cinque risultati utili consecutivi fa tanto morale. Per noi è tanto importante l’aspetto mentale, dare continuità ai risultati di dà autostima e convinzione. Adesso guardiamo al derby di domenica. Due partite in una, che vale sia per la classifica ma anche per il morale, per noi, per la squadra, per i tifosi, per la città. Sono partite che fanno storia a se. Abbiamo una settimana per prepararla nel migliore dei modi. La sosta ha permesso a loro di trovare quello che gli mancava, l’aspetto atletico e lavorare su giocatori che avevano una condizione non buona e domenica giocheremo una partita molto difficile».

«Contro il Sassuolo ci abbiamo provato fino alla fine – gli fa eco Luca Garritano -. Usciamo da un campo pericoloso con un punto importante e ci proietta verso il derby che per noi è importantissimo. Mi sto trovando bene con mister Maran e tutto il gruppo. Io sono a disposizione del mister, lui fa le sue scelte e io cercherò di sfruttare al massimo i minuti che mi vengono dati. Il Chievo è una squadra ben assestata. Decimo posto in classifica? Il campionato è ancora lungo, veniamo da 5 risultati utili consecutivi e lavoreremo sul campo per ottenere altri punti. Ma noi guardiamo al presente. A febbraio-marzo vedremo dove siamo in classifica e vedremo per cosa si potrà lottare. Intanto domenica ci sarà il derby, il mio primo derby e sarà un’emozione unica e speciale. Cercherò di godermela nel migliore dei modi».