Higuain a 360°: «Lasciare Napoli non fu facile. Buffon mette i brividi. Ecco cosa mi disse Sarri»

© foto www.imagephotoagency.it

Le parole del centravanti argentino sull’arrivo alla Juventus e sull’addio al Napoli. Ecco le parole di Gonzalo Higuain

A tutto Gonzalo Higuain! Il centravanti della Juventus ha parlato al mensile “So Foot” raccontando il suo addio al Napoli ma non solo. Il Pipita ha parlato del suo rapporto con Sarri, delle critiche, dell’arrivo alla Juventus e di tanto altro. Queste le parole dell’argentino: «Cristiano Ronaldo sulle critiche ha detto una grande verità: i nemici ti rendono migliore perché le loro critiche sono destinate ai più forti. Le parole di Buffon dopo la gara di Udine? Mi hanno dato i brividi! Abbiamo vinto 2-6 e io non segnai ma lui disse che incarnavo lo spirito Juve e che avrebbe chiesto ad Allegri di mostrare la mia partita per una settimana alla squadra. Ricevere i complimenti da uno come Buffon ti rendono doppiamente felice. Sono pronto ad accettare consigli e ad ascoltare le critiche da chi conosce il calcio».

Prosegue il centravanti parlando dell’addio al Napoli: «Cosa mi disse Sarri? Mi disse che ero pigro. Secondo lui potevo segnare come Messi e Cristiano Ronaldo e un po’ aveva ragione perché segnai 36 gol in un campionato». Poi la chiamata della Juventus: «Non è stata una decisione facile, ma ne sono fiero e felice visto che poi ho disputato una finale di Champions». Prosegue il Pipita parlando delle critiche: «Se non gioco bene capita che i compagni me lo facciano notare ma lo fanno per farmi sentire importante: le loro critiche mi hanno migliorato. Fischi? Un fischio lo senti anche tra dieci applausi. Bisogna essere preparati mentalmente. I fischi però sono una sorta di elogio del tifoso che in fondo non chiede che applaudirti per un gol. Fare gol? Prima di riceve la palla so già cosa fare: nel calcio il tempismo è fondamentale».