Inter-Verona 3-0: pagelle e tabellino - Calcio News 24
Connettiti con noi

Hellas Verona News

Inter-Verona 3-0: pagelle e tabellino

Pubblicato

su

Inter-Verona, 30ª giornata Serie A 2017/2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Si conclude con l’ennesimo netto risultato dell’Inter nei confronti dei suoi malaugurati avversari: un sonoro 3˗0 per gli uomini di Spalletti, maturato, manco a dirlo, grazie alle reti dei soliti Icardi, doppietta, e di Perisic. Un risultato che avrebbe potuto aver contorni ancora più ampi se non fosse stato per la sfortuna e la poca lucidità/precisione dei nerazzurri sottoporta. Una prova, dunque, che li proietta, alla luce dei risultati delle contendenti al quarto posto, in una posizione ottima, a quota 58 punti, davanti alla Lazio. Prova opaca, negativa, per larghi tratti quasi inesistente degli uomini di Pecchia, che soffrono inevitabilmente la qualità e la tecnica dei nerazzurri. Ora la situazione si fa critica, dal momento che gli scaligeri veleggiano nelle zone infime di classifica, al penultimo posto, a quota 22.

INTER-VERONA: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Inter-Verona 3-0: pagelle e tabellino

Marcatori: 1′ pt, 4’st Icardi; 13′ pt Perisic

INTER (4-2-3-1): Handanovic 6; Cancelo 6.5, Skriniar 6, Miranda 6, D’Ambrosio 6 (14′ Santon ng); Gagliardini 6.5, Brozovic 7.5; Candreva 7, Rafinha 7.5 (30′ st, Borja Valero ng), Perisic 7.5; Icardi 7.5 (20′ st, Eder 6.5). A disposizione: Padelli, Berni, Lisandro, Dalbert, Vecino, Karamoh, Pinamonti. Allenatore: Luciano Spalletti.

HELLAS VERONA (4-5-1): Nicolas 5; Ferrari 4.5 (12′ st, Bianchetti 5.5), Vukovic 6, Caracciolo 5.5, Souprayen 5; Romulo 5.5, Calvano 6, Buchel 5, Fares 6, Aarons 6 (19′ st, Verde); Petkovic 5.5 (34’ st, Cerci ng). A disposizione: Coppola, Silvestri, Boldor, Felicioli, Valoti, Fossati, Laner, Zuculini, Bearzotti, Lee. Allenatore: Fabio Pecchia.

Arbitro: Gianluca Rocchi

Note: Ammonizioni: Buchel (V); Fares (V)

Espulsioni: Nicolas, ostruzione a chiara occasione da gol

MIGLIORE IN CAMPO ˗ INTER:

Rafinha 7.5: sebbene lo scettro dei migliori potessero ottenerlo anche altri nerazzurri, è sicuramente da premiare l’ennesima prova positiva dell’ex Barcellona. Un giocatore davvero a tutto campo, determinante e decisivo sotto ogni aspetto, una sorpresa decisamente positiva: accorcia la squadra, si fa trovare tra le linee, si propone con abnegazione e costanza, va in contrasto con coraggio. Perfetto

PEGGIORE IN CAMPO ˗ INTER:

Handanovic 6: definire peggiore lo sloveno è decisamente un azzardo ma, in una partita perfetta dei suoi compagni e data la quasi totale inoperosità, diventa difficile assegnare questo “titolo” a un altro giocatore. Non ce ne voglia il portiere

MIGLIORE IN CAMPO ˗ HELLAS VERONA:

Fares 6: si è scelto l’algerino per le buone occasioni create nel secondo tempo. In una partita decisamente storta, condotta dai suoi, è emerso come uno dei più sufficienti, grazie ai suoi tentativi di provare a sbloccare una partita troppo negativa

PEGGIORE IN CAMPO ˗ HELLAS VERONA:

Ferrari 4.5: giornata decisamente storta per il difensore. Apparso in difficoltà fin dai primi minuti del match, subisce la qualità e la tecnica soprattutto di Perisic e va in confusione, propiziando il terzo gol raddoppio, nelle discese del croato nel secondo tempo; spinge poco, si fa quasi sempre superare e viene giustamente sostituito a inizio ripresa

Inter-Verona: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO: Con l’intensità della pioggia leggermente aumentata, il Verona sembra scendere in campo con un altro piglio e ciò lo si vede fin dal primo minuto quando riesce a conquistare una doppia ghiotta occasione con Fares e Romulo. L’Inter, però, leggermente spaventata, si fionda in avanti e, al suo primo tentativo, realizza il terzo gol con il solito duo Perisic assistman e Icardi finalizzatore. Gli uomini di Pecchia ci provano ancora con Aarons ma il suo tiro sfiora soltanto il palo, ad Handanovic battuto. Da questo momento, tolto il breve exlpoit di Fares che colpisce il palo, è solo monologo Inter che va vicina, più volte, al quarto gol senza trovarlo. Ottima la prova, anche in questo secondo tempo degli uomini di Spalletti, quasi sempre attenti, concentrati

48′ – Finisce qui: 3-0 per i nerazzurri

47′ – Occasione Inter. Borja Valero prova a sorprendere Romulo ma il difensore/portiere si fa trovare prontissimo e allontana la minaccia

45′ – Assegnati 3 minuti di recupero

45′ – Espulsione per Nicolas, reo di aver istruito Eder involato a rete. Fallo dal limite. In porta andrà Romulo

43′ – Occasione Inter. Ancora dai piedi di Perisic parte una nuova azione da gol diretta a Eder che viene atterrato in area di rigore. Rocchi vede ma non fischia e l’azione prosegue con il pallone che arriva sui piedi di Borja Valero, il quale con un pallonetto prova a sorprendere Nicolas, senza riuscirci

38′ – L’Inter ha graziato il Verona. Candreva se la porta sul destro e fa partire un tiro tanto micidiale quanto preciso che si infrange sul palo. L’azione prosegue ma Nicolas si fa trovare pronto, prima dell’assist a vuoto di Perisic

37′ – Fuorigioco fischiato a Eder: decisione giusta ma dubbia

34′ – Ultimo cambio per il Verona: entra Cerci

33′ – Occasione Inter. Sugli sviluppi del calcio di punizione battuto da Cancelo, Gagliardini prova a schiacciare morbidamente di testa, cercando di sorprendere Nicolas ma il pallone finisce di poco a lato

32′ – Duro intervento di Romulo su Brozovic: Rocchi, anziché concedere il vantaggio, ferma il gioco e ammonisce il capitano gialloblù

30′ – Cambio per l’Inter: entra Borja Valero, esce Rafinha

29′ – Eder conquista palla e, dopo essersi ottimamente girato in area, serve un cross al centro diretto a Perisic, messo fuori di testa da Bianchetti

28′ – Brozovic prova a piazzarla ma il suo tentativo si perde sul fondo

27′ – Occasionissima Verona. Da un’azione apparentemente senza troppa pretese, Fares aggancia e di prima intenzione calcia di sinistra, colpendo in pieno il palo alla sinistra di Handanovic

23′ – Occasione Inter. Palla deliziosa tutta croata di Brozovic per Perisic che si invola, per l’ennesima volta, sulla fascia sinistra. Il pericoloso traversone alla ricerca di Eder viene anticipato da un difensore ma l’azione non si esaurisce e Cancelo, con forza e non eccessiva precisione, calcia alto

20′ – Standing ovation per Icardi che esce tra gli applausi scroscianti di San Siro: al suo posto Eder

19′ – Sostituzione per il Verona: esce Aarons, entra Verde con la maglia numero 7

19′ – Ammonizione per Gagliardini

18′ – Occasione Inter. In una situazione di 6 nerazzurri contro 4, Cancelo avanza con velocità verso l’area avversaria e serve Candreva sulla sinistra: il suo destro, però, sfiora soltanto il palo, alla destra di Nicolas battuto

14′ – Cambio anche per l’Inter: entra Santon, esce D’Ambrosio

14′ – Occasione decisamente troppo industriosa dell’Inter al centro dell’area di rigore gialloblù: Cancelo tergiversa troppo e si fa rubare il pallone, sprecando un’ottima occasione

13′ – Occasione Verona. Calvano ci prova dalla distanza ma il suo tentativo sfiora soltanto il palo alla sinistra di Handanovic

12′ – Primo cambio del match per il Verona: entra Bianchetti, esce Ferrari

9′ – Le due squadre provano a manovrare a centrocampo cercando di approfittare degli eventuali punti deboli degli avversari

6′ – Il Verona si fa ancora vedere in avanti: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Aarons prova con il sinistro a sorprendere Handanovic ma il suo tiro sfiora soltanto il pallone: il portiere non ci sarebbe mai potuto arrivare

4′ – GOL INTER!!! L’azione si sviluppa dopo una straordinaria pressione di Perisic che strappa il pallone a Ferrari sulla sinistra; il croato avanza verso il centro dell’area e serve un delizioso assist per Icardi che in scivolata insacca a porta praticamente sguarnita

3′ – Grande intervento in fase difensiva di Caracciolo che, con coraggio, mura il potentissimo tiro di Perisic, sventando la minaccia

2′ – Aarons prova a far vedere tutte le sue qualità con un doppio passo ma Gagliardini intuisce

1′ – Il Verona prova a partire con un piglio decisamente più convincente ed effettivamente lo fa con Fares prima, il quale prova a servire qualche compagno in mezzo, e poi con Romulo ma l’esperta difesa dell’Inter non si fa sorprendere

1’ ˗ Rocchi fischia il calcio d’inizio del secondo tempo. Sarà il Verona a battere il primo pallone. Nessun cambio rispetto alla prima frazione di gioco

SINTESI PRIMO TEMPO: Pronti, via e l’Inter parte subito fortissimo davanti ai 60000 di San Siro. Neanche il tempo di accomodarsi che, dopo 40 secondi, da una rimessa laterale la squadra di Spalletti passa in vantaggio con il solito Mauro Icardi. La pressione dell’Inter è costante, a dimostrazione della straordinaria condizione fisica e mentale dei nerazzurri, e le occasioni non mancano e al minuto 13 arriva il raddoppio: su lancio di Brozovic, Perisic di prima intenzione infila Nicolas. Il Verona prova a farsi vedere in avanti con Petkovic, che reclama un rigore per un sospetto fallo di D’Ambrosio, ma senza creare particolari problemi o scompiglio. L’Inter ne approfitta per provare a chiudere subito la partita e lo fa prima con Gagliardini e poi con la coppia Rafinha˗Icardi, senza trovare fortuna. Questa prima frazione di gioco ha dato proprio la sensazione di uno strapotere fisico, di gioco e mentale a tratti illuminante, straordinario e davvero convincente. Pessima, invece, la prestazione degli ospiti

47′ – Finisce qui il primo tempo: è 2-0, poco Verona, tantissima Inter

46′ – Aarons prova a farsi vedere in avanti e, grazie a una sua nuova iniziativa, il Verona conquista un nuovo calcio d’angolo che si conclude con un nulla di fatto

45′ – Assegnati 2 minuti di recupero

45′ – Nuova potenziale pericolosa occasione creata dal duo Perisic-Icardi: dalla fascia sinistra, il croato prova a servire Icardi, staccatosi dalla marcatura, ma Ferrari intuisce e allontana

43′ – Romulo prova a scuotere i suoi con un lancio lungo ma il suo traversone è decisamente troppo sul portiere e il fin qui inoperoso Handanovic non ha problemi a bloccare in presa alta

39′ – Occasionissima Inter. Rafinha si trova quasi a tu per tu con l’ultimo difensore Vukovic e, con grande generosità, prova a servire Icardi al centro dell’area ma lo stesso difensore intuisce e con il sinistro sventa un potenziale grandissimo assist

38′ – Il Verona prova a farsi vedere davanti con Fares: dopo una buona discesa di Aarons sulla fascia sinistra, il pallone arriva a Fares che, di prima intenzione, prova un tiro a metà tra il tiro e il cross, ma Miranda intuisce e devia in angolo

36′ – Souprayen atterra Candreva con un deciso colpo da dietro: nessuna sanzione

34′ – Ammonizione per Fares, reo di una brutta entrata in ritardo su Rafinha

33′ – Occasione Inter. Perisic, dal lato mancino, dopo aver controllato ottimamente, mette un delizioso traversone per Gagliardini che si inserisce con i tempi giusti: peccato per l’imprecisione del tiro, alto di poco sopra la traversa

32′ – Nuova ottima iniziativa per l’Inter. Cancelo conquista palla nella sua metà campo e si invola centralmente verso l’area avversaria; serve Perisic sulla sinistra ma il traversone rasoterra di quest’ultimo, indirizzato a Icardi, viene allontanato dalla difesa scaligera

29′ – Brozovic serve un magnifico pallone per Icardi che si libera bene della marcatura ma la sua posizione è nettamente irregolare e viene sanzionata da Rocchi. Inutile il gol di Cancelo, che infila in rete a gioco fermo

26′ – Occasione Inter. Dopo un’uscita in sforbiciata di Nicolas, Cancelo, anziché tirare, prova a servire Gagliardini che sceglie di non tirare di prima intenzione, si porta sul fondo e perde una buona occasione, non guadagnando neanche calcio d’angolo

24′ – Su una buona iniziativa di Candreva, che dà pochi punti di riferimento là davanti, Gagliardini, da posizione centrale, prova a servire un ottimo assist per Icardi, deviato in corner da un difensore

22′ – Petkovic, con una straordinaria finta di corpo, costringe Skriniar a intervenire fallosamente

20′ – Perisic prova a servire il compagno d’attacco Icardi dalla sinistra ma la difesa questa volta è attenta e interviene tempestivamente

18′ – Sugli sviluppi del calcio di punizione battuto da Romulo, D’Ambrosio colpisce Petkovic in area di rigore. Gli scaligeri chiedono il calcio di rigore ma Rocchi non concede alcun fallo

17′ – D’Ambrosio trattiene Aarons sulla fascia destra, impedendogli di partire in velocità: Rocchi fischia ma non estrae cartellini

14′ – Dopo 5 minuti di blackout, il VAR è tornato a funzionare, accertando la posizione regolare di Perisic sull’azione del gol

13′ – GOL INTER!!!! Su un millimetrico e preciso lancio di Brozovic, il pallone cade sui piedi di Perisic che, dalla sinistra e sul filo del fuorigioco, sfruttando un nuovo errore della difesa scaligera, infila Nicolas 

12′ – Occasionissima Inter. Rafinha, con determinazione, conquista un interessante pallone sulla fascia sinistra, all’altezza del calcio d’angolo, e, dopo essersi accentrato pericolosamente, serve un altro invitante pallone che Gagliardini spara alto sopra la traversa

9′ – Nuova occasione Inter. Sugli sviluppi prolungati di un calcio d’angolo, dopo un’azione un po’ confusa al limite dell’area, l’Inter ha una ghiotta occasione per raddoppiare con D’Ambrosio che, quasi isolato, di testa, prova a superare Nicolas ma il pallone finisce alto sopra la traversa

8′ – Occasione Inter. Da un’ottima palla conquistata di testa da Brozovic, l’Inter può ripartire e lo fa con Candreva che dalla distanza ci prova ma il suo tentativo viene deviato in calcio d’angolo

6′ – Da una bella iniziativa partita dalla difesa, un lancio lungo raggiunge Icardi che si invola, sul filo del fuorigioco, verso la porta; Nicolas esce dai pali e colpisce l’attaccante. L’arbitro fischia su indicazione dell’assistente per fuorigioco dell’argentino

4′ – Ammonizione per Buchel, in seguito al precedente fallo

3′ – Dopo un contrasto all’altezza della metà campo commesso da Buchel, Rafinha rimane a terra dolorante. I suoi compagni mettono fuori il pallone per permettere allo staff medico di entrare in campo

1′ – GOL INTER!! Da una rimessa laterale all’altezza del cerchio di centrocampo, la difesa gialloblù si fa trovare clamorosamente impreparata e Icardi, solo davanti a Nicolas, infila di prima intenzione con il sinistro

1’ ˗ Rocchi fischia il calcio d’inizio. Sarà l’Inter a battere il primo pallone del gioco

Inter e Verona sono scese in campo e sono pronte a darsi battaglia davanti ai 60000 spettatori di San Siro. Non prima, però, di aver rispettato un minuto di raccoglimento in ricordo della recente scomparsa di mister Mondonico

Inter-Verona: formazioni ufficiali

Sono uscite le formazioni ufficiali. Come da previsione, Spalletti conferma la stessa formazione che aveva stravinto a Marassi contro la Sampdoria, mandando in campo dal primo minuti gli stessi undici. Alcuni cambi, invece, per Pecchia: in difesa, dal primo minuto, partirà Souprayen, con Fares più avanzato; a centrocampo, Valoti partirà dalla panchina e a prendere il suo posto ci sarà Buchel; in attacco, infine, al posto dell’acciaccato Matos, giocherà Aarons

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Skriniar, Miranda, D’Ambrosio; Gagliardini, Brozovic; Candreva, Rafinha, Perisic; Icardi. Allenatore: Luciano Spalletti.

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Ferrari, Vukovic, Caracciolo, Souprayen; Romulo, Calvano, Buchel; Fares, Petkovic, Aarons. Allenatore: Fabio Pecchia.

Inter-Verona: probabili formazioni e pre-partita

Dal ritorno della sosta per le amichevoli nazionali, Inter e Verona tornano in campo nella sfida pre pasquale. Dopo la goleada rifilata alla Sampdoria, la squadra nerazzurra è stata turbata dalle improvvise dimissioni di Walter Sabatini ma, nonostante ciò, gli uomini rimasti a disposizione di Spalletti hanno lavorato con impegno, concentrazione e abnegazione, desiderosi di raggiungere il tanto sospirato 4° posto. Salvo sorprese dell’ultima ora, Spalletti sembrerebbe orientato a confermare la formazione vittoriosa a Marassi e, per la terza volta consecutiva, dovrebbe affidarsi al trio di centrocampo Gagliardini˗Brozovic˗Rafinha. Dopo la netta sconfitta casalinga patita contro l’Atalanta, il Verona cerca un motivo per rialzarsi e ripartire per la lotta salvezza: a differenza di Spalletti, Pecchia nutre qualche dubbio di formazione in più: il rientro di Calvano potrebbe far sedere Buchel in panchina, consegnandogli lo scettro della titolarità; ancora dubbi e apprensione per le condizioni di Verde, tornato non al meglio, dopo gli impegni con l’Under 21.

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Skriniar, Miranda, D’Ambrosio; Gagliardini, Brozovic; Candreva, Rafinha, Perisic; Icardi. A disposizione: Padelli, Berni, Lisandro, Santon, Dalbert, Borja Valero, Vecino, Karamoh, Eder, Pinamonti. Allenatore: Luciano Spalletti.

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Ferrari, Vukovic, Caracciolo, Fares; Romulo, Calvano, Valoti; Verde, Petkovic, Matos. A disposizione: Coppola, Silvestri, Bianchetti, Boldor, Felicioli, Souprayen, Buchel, Fossati, Laner, Zuculini, Aarons, Bearzotti, Cerci, Lee. Allenatore: Fabio Pecchia.

Nella classica conferenza pre partita, Spalletti ha parlato così dei prossimi avversari: «Ci serve una vittoria contro il Verona per ottenere un miglior allenamento mentale e dovremo farlo nell’ottica di trovare nella condizione giusta in vista del derby. Prima la gara con il Verona, poi penseremo alla sfida con il Milan». Inevitabile un pensiero sulle dimissioni di Sabatini: «Personalmente mi è dispiaciuto molto, lo conosco bene e so la qualità che ha personalmente oltre che professionalmente. Detto questo ci tengo a dire che le sue dimissioni non lasciano eredità, nel bene e nel male. Chi è dell’Inter deve mettere l’Inter davanti a tutto e crederci». Sull’obiettivo stagionale: «Questi ragazzi hanno fatto vedere di avere delle potenzialità, non so se stiamo raccogliendo abbastanza: non so come andrà a finire, ma secondo me ci sono parecchie ancora possibilità di crescita. C’è la possibilità di raggiungere un obiettivo importantissimo e ci proveremo fino alla fine».

Pecchia sa che la sua squadra avrà bisogno di un’impresa per uscire da San Siro indenne ma non si tira indietro: «Dovremo cercare di adattarci alla partita e mostrare uno spirito battagliero, dal momento che siamo in grado di ripetere le vittorie contro Torino e Chievo. La nostra è già riuscita a fare risultati importanti anche fuori casa. Per questo scenderemo in campo con coraggio, personalità e tanto cuore, cercando di metterli in difficoltà fin da subito. L’Inter è una squadra di grande qualità e noi dovremo essere bravi a rispondere colpo su colpo restando sempre concentrati e sfruttando le occasioni con il giusto cinismo».

Inter-Verona: i precedenti del match

Quella che andrà in scena allo stadio “San Siro” tra Inter e Verona sarà la gara numero 28 nella massima categoria italiana e la 56° tra casa e trasferta. Curiosamente, in Serie A, almeno per quanto riguarda le sfide nella roccaforte milanese, gli scaligeri non sono mai riusciti a ottenere i 3 punti. Fin qui 16 sono state le affermazioni nerazzurre e 11 i pareggi, con 41 reti realizzate dai padroni di casa e soltanto 9 quelle degli ospiti. Per individuare vittorie gialloblù, bisogna andare indietro nel tempo, al 1992, allo stadio Bentegodi di Verona, quando i padroni di casa guidati da Niels Liedholm sconfissero i nerazzurri di Suarez con una rete di Ezio Rossi. L’andata del Bentegodi finì 1˗2, con le reti realizzate da Borja Valero e Perisic, oltre al momentaneo pareggio di Pazzini. L’ultimo precedente a San Siro risale al settembre 2015 quando l’Inter riuscì a imporsi per 1˗0 con la rete di Felipe Melo.

Inter-Verona: l’arbitro del match

Sarà Gianluca Rocchi l’arbitro designato dall’AIA per dirigere la sfida tra Inter e Verona, match valevole per la 30° giornata della Serie A TIM, in programma allo stadio San Siro oggi pomeriggio alle 15. Il fischietto classe ’73 ˗ fiorentino, internazionale e agente di commercio di professione ˗ in questa stagione ha già diretto sfide di cartello in Champions League (l’ultima è quella valevole per gli ottavi di finale tra Real Madrid e PSG) e ha già arbitrato le due contendenti di giornata in 3 occasioni e questa sarà la sua 14° gara nella massima categoria (per la stagione in corso, naturalmente): la prima è stata SPAL˗Verona, dello scorso 10 dicembre e conclusasi in pareggio per 2˗2; la seconda, per gli scaligeri, risale alla 21° giornata, contro il Crotone e finita 0˗3 per gli uomini di Zenga; infine, per quanto riguarda i nerazzurri, Rocchi ha diretto Inter˗Lazio dello scorso 30 dicembre e finita 0˗0. A coadiuvarlo nella direzione del match saranno gli assistenti Lo Cicero e Liberti; il quarto uomo designato sarà Aureliano mentre l’addetto VAR sarà Guida, assistito da Forneau.

Inter-Verona Streaming: dove vederla in tv

Inter-Verona sarà trasmessa a partire dalle ore 15 in diretta sulle frequenze satellitari di Sky Sport (canali Sky Sport 1 e Sky Calcio 1, anche in HD) e su quelle in digitale terrestre di Mediaset Premium Calcio 1 (anche in HD). Non è tutto, perché la partita sarà visibile anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile tramite app Sky Go e Premium Play. Sarà possibile vedere la gara su mobile anche tramite piattaforma Serie A TIM TV (in televisione tramite decoder TIMvision) o acquistarla direttamente sul sito Sportube.