Juve, dimentica la clausola: Isco costa un settimo rispetto a prima

Juve, dimentica la clausola: Isco costa un settimo rispetto a prima
© foto www.imagephotoagency.it

Il Real Madrid fissa il prezzo di Isco a 100 milioni: molti di meno rispetto alla clausola di 700 fissata qualche tempo fa. Sul fantasista spagnolo pressing di Juve e Manchester City…

Nella prima metà di stagione al Real Madrid non ha giocato nemmeno mille minuti: Isco Alarcon è un mezzo caso in casa spagnola. Da eroe ed artefice delle vittorie con Zinedine Zidane in panchina, a ripiego di lusso prima con Julen Lopetegui e poi con Santiago Solari quest’anno. Le possibilità di cessione aumentano in maniera inversamente proporzionale all’impiego in campo per il fantasista spagnolo che, come già noto, potrebbe riunirsi all’ex compagno Cristiano Ronaldo alla Juventus nel caso in cui i bianconeri dovessero decidersi a muovere le acque per un centrocampista offensivo di livello. Per Isco però permane però anche l’interessamento di un’altra big europea: il Manchester City.

Stando a quanto riportato stamane dalle indiscrezioni di mercato la situazione è per il momento dunque ancora in divenire, ma un tantino più lineare rispetto al recente passato: il Real Madrid si è detto disposto a cedere Isco ad un prezzo notevolmente scontato rispetto alla clausola rescissoria da record di 700 milioni di euro. Quale? 100 milioni, per lui che è in scadenza soltanto nel 2022, sarebbe una valutazione equa secondo quanto riportato. Restano comunque i dubbi sulla fattibilità dell’operazione a gennaio, ma certo Isco contato a un settimo del prezzo originario potrebbe attirare l’attenzione di più club in vista delle prossime sessioni.