Italia, tabù in attacco: Immobile e gli Azzurri sono rimasti fermi… al 2017!

immobile italia
© foto www.imagephotoagency.it

Contro la Finlandia l’Italia dovrà sfatare i propri tabù: mai più di due gol in una partita ufficiale dall’11 giugno 2017 e Ciro Immobile non segna in Nazionale dal settembre 2017…

Contro la Finlandia l’Italia dovrà difendere sì i propri primati, ma anche affrontare faccia a faccia i propri tabù, che non sono pochi dopo l’eliminazione alle qualificazioni degli ultimi Mondiali. Il più grosso di questi riguarda sicuramente le statistiche offensive: gli Azzurri, ad esempio, non segnano più di due gol in una partita ufficiale da quasi due anni. L’ultima volta fu contro il Liechtenstein (tra l’altro prossimo avversario anche nel cammino di qualificazione agli Europei) nel 5 a 0 dell’11 giugno 2017. Curiosamente anche quella partita, esattamente come quella di stasera, si giocava alla Dacia Arena di Udine. L’ultima gara in assoluto in cui l’Italia ha invece segnato almeno due gol è stata nell’amichevole contro l’Arabia Saudita (debutto in panchina di Roberto Mancini) lo scorso 28 maggio 2018.

Non è un caso dunque che ai tabù dell’Italia corrispondano anche quelli di uno dei top scorer della Nazionale: Ciro Immobile. L’attaccante della Lazio, stasera titolare contro la Finlandia, non segna in Azzurro pure lui dal 2017 (era il 5 settembre e l’Italia batteva 1 a 0 Israele nel cammino di qualificazione ai Mondiali). Nelle ultime nove presenze in Nazionale poi la punta napoletana non è più riuscita ad andare a segno. In compenso però degli ultimi 13 gol segnati nel complesso dall’Italia, 13 sono stati i marcatori, uno diverso dall’altro.