Il destro di Evair gela la Juventus: l'impresa "sabauda" dell'Atalanta nel 1989
Connettiti con noi

Atalanta News

Il destro di Evair gela la Juventus: l’impresa “sabauda” dell’Atalanta nel 1989

Pubblicato

su

juventus atalanta

La vittoria a Torino contro la Juventus dell’Atalanta di Emiliano Mondonico: un successo all’ultimo minuto entrato nella storia

Seppur il mito di Emiliano Mondonico con l’Atalanta sia più strettamente legato alla Coppe delle Coppe 1988, dall’altra parte tale cavalcata è stata soltanto la punta dell’iceberg di un primo ciclo assai straordinario, soprattutto l’anno dopo da neopromossa: conquistando subito la qualificazione in Coppa UEFA, dove una delle vittorie più ricordate è quella contro la Juventus.

22 gennaio 1989, l’Atalanta di Mondonico (trascinata soprattutto dai goal del brasiliano Evair) è in un grandissimo momento di forma: escludendo la prima sconfitta contro il Napoli, la Dea ha conquistato 7 pareggi e 5 vittorie agganciando la Juventus al quarto posto. Quella stessa Juve che i nerazzurri affrontano proprio quel giorno a Torino tra ottimismo e voglia di dare un segnale importante al campionato.

La gara vede i bianconeri attaccare per tutto il match, con Zavarov e Altobelli ad impegnare seriamente Ferron tra interventi decisivi e uscite preventive, per quanto la squadra dietro riesca a reggere una tempesta come quella della Juve. E l’Atalanta? Dalla metacampo in su bisogna sbloccare il match, e l’assenza di Fortunato e Stromberg certamente non aiuta. All’88’ però Prandelli serve Evair che si gira approfittando di un contatto tra Bruno e Tricella: il brasiliano c’impiega poco a far esplodere il settore ospiti e portare una vittoria che alla Dea mancava da 26 anni.