Juventus-Crotone 3-0: pagelle e tabellino

Dybala
© foto www.imagephotoagency.it

Juventus-Crotone, 37ª giornata Serie A 2016/2017: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

La Juventus doveva vincere per conquistare il suo sesto Scudetto di fila e non ha deluso le attese. Prestazione solida e concreta dei bianconeri che sono scesi in campo con il giusto approccio mentale e hanno spazzato via il Crotone, imbattuto nelle ultime 7 sfide, con un netto 3 a 0. Ottima gara dei bianconeri che hanno vinto il double per il terzo anno di seguito e ora sognano il Triplete. Discorso salvezza ancora aperto per i rossoblù: il Genoa ha vinto ed è aritmeticamente salvo, l’Empoli ha perso in casa con l’Atalanta e può ancora essere scavalcato dalla formazione di Nicola ma serviranno altri 90 minuti di fuoco.

JUVENTUS-CROTONE: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Juventus-Crotone 3-0: pagelle e tabellino

MARCATORI: 12′ pt Mandzukic, 39′ pt Dybala, 38′ st Alex Sandro (J)

JUVENTUS (4-2-3-1) – Buffon 6; Dani Alves 7, Bonucci 6,5, Benatia 6,5, Alex Sandro 7; Marchisio 6,5 (29′ st Lemina S.v.), Pjanic 6 (39′ st Rincon S.v.); Cuadrado 7 (25′ st Barzagli 6), Dybala 7, Mandzukic 7; Higuain 6. A disposizione: Neto, Audero, Chiellini, Khedira, Mattiello, Asamoah, Lichtsteiner, Sturaro, Kean. Allenatore: Massimiliano Allegri

CROTONE (4-4-2) – Cordaz 6; Rosi 5 (34′ pt Sampirisi 6), Ceccherini 5, Ferrari 6, Martella 4,5; Rohden 5 (33′ st Acosty S.v.), Crisetig 5, Barberis 6, Nalini 5; Falcinelli 5, Tonev 5 (12′ st Simy 5,5). In panchina: Festa, Cuomo, Dussenne, Claiton, Mesbah, Capezzi, Kotnik, Suljic, Trotta. Allenatore: Davide Nicola

ARBITRO: Mazzoleni della sezione di Bergamo

NOTE: AMMONITI: Martella (C)

UVENTUS – IL MIGLIORE

MANDZUKIC 7 – Il gol dello Scudetto è suo. Aveva realizzato un gol anche nello 0-2 dell’andata, e quest’oggi ha trovato il gol che ha sbloccato il match, il secondo in due partite al Crotone. Lui è uno dei simboli della nuova Juventus. Il passaggio al 4-2-3-1 e la sua propensione al sacrificio sono state sicuramente due delle chiavi della conquista del sesto Scudetto consecutivo!

JUVENTUS – IL MIGLIORE

CUADRADO 7 – La crescita esponenziale di Dani Alves gli ha tolto spazio ma il colombiano, che dopo la vittoria dovrà essere obbligatoriamente riscattato dalla Juve, ha dimostrato di essere un altro degli elementi importanti per questa Juventus. Fa letteralmente ammattire Martella e sfiora il gol in un paio di circostanze.

CROTONE – IL MIGLIORE

FERRARI 6 – Uno dei pochi a non arrendersi. Prova a mettere una pezza ma i buchi sono davvero tanti. Dimostra di essere un talento molto interessante (è stato acquistato dal Sassuolo ed è stato osservato a più riprese dalla Juve).

CROTONE – IL PEGGIORE

MARTELLA 4,5 – Non regge l’urto contro uno scatenato Cuadrado e va in costante difficoltà quando viene puntato. Dalle sue parti gravitano Cuadrado e Dani Alves, due degli uomini più in forma, Nalini non sempre gli dà una mano e per il terzino sinistro c’è poco da fare se non abdicare

Juventus-Crotone: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – La Juventus ha controllato il doppio vantaggio rischiando poco o nulla. Il Crotone non ha mai mollato e ha provato a rimanere in partita anche sotto il profilo mentale ma non è stata un’impresa semplice per i calabresi perché la Juventus gli ha impedito di alzare il baricentro e gli ha concesso pochissime ripartenze. Secondo tempo senza grossi sussulti, da una parte e dall’altra, ma per la Juventus può bastare così perché i bianconeri sono campioni d’Italia per la sesta volta consecutiva!

45’+3 – TRIPLICE FISCHIO FINALE: LA JUVENTUS E’ CAMPIONE D’ITALIA PER LA SESTA VOLTA CONSECUTIVA!

45’+3 – Mandzukic ci prova da metà campo, Cordaz salva i suoi.

45’+2 – Anche Buffon dice la sua con un’uscita tempestiva su Nalini.

45′ – Tre minuti di recupero.

43′ – Festa grande allo Stadium: sventolano tricolori, aumentano i decibel dei cori, iniziano i primi gavettoni in panchina.

39′ – Terzo e ultimo cambio per Allegri: fuori Pjanic, ripreso dal tecnico per qualche errore di troppo in fase di disimpegno, dentro Rincon.

38′ – Tris della Juventus: traversone dalla destra di Dani Alves per Alex Sandro che viene anticipato da Ferrari. Dal corner seguente il tris con un colpo di testa in piena area, su angolo di Dybala.

34′ – Conclusione dalla distanza di Barberis, Buffon controlla.

33′ – Terzo e ultimo cambio per il Crotone: out Rohden, in Acosty.

31′ – Ammonito Martella per un’entrata dura su Dani Alves.

30′ – Buona chance per Higuain ma il Pipita spara alto da buona posizione.

29′ – Seconda sostituzione per la Juventus: fuori Marchisio, dentro Lemina.

25′ – Primo cambio per la Juventus: fuori Cuadrado, dentro Barzagli. Dani Alves si sposta sulla trequarti: prove tecniche in vista della finale di Champions?

21′ – Grande chance per il tris: Alex Sandro, da buona posizione, serve Dybala ma la conclusione a botta sicura della Joya viene deviata in corner da un intervento provvidenziale di Ferrari.

16′ – Inizia la festa sugli spalti dello “Juventus Stadium”. Striscione dei tifosi bianconeri per Buffon: «Pallone d’Oro per G1».

12′ – Secondo cambio per il Crotone: fuori Tonev, dentro Simy.

11′ – Gol annullato alla Juve per fuorigioco di Dybala.

4′ – Bell’assist di Dani Alves a Mandzukic, conclusione di prima intenzione del croato, palla alta.

1′ – Subito Juve pericolosa con Cuadrado che va alla conclusione, trovando la pronta risposta di Cordaz.

1′ – Inizia il secondo tempo. Si riparte con la Juve in vantaggio di due gol a zero sul Crotone.

SINTESI PRIMO TEMPO – La Juventus vuole il sesto titolo consecutivo e sa che non può più sbagliare. Buon primo tempo dei bianconeri che hanno sbloccato la gara dopo 12 minuti e hanno controllato il vantaggio, gestendo le energie. La formazione di Allegri ha trovato il raddoppio senza strafare, al 39’, con un calcio di punizione di Dybala e hanno rischiato poco prima del duplice fischio. Crotone arrendevole, poco convinto. I rossoblù hanno provato a difendersi con ordine ma non sono riusciti ad arginare lo strapotere dei bianconeri e non hanno trovato gli spazi giusti per colpire in contropiede. Nella ripresa occorrerà sicuramente un altro atteggiamento per far male alla Juventus.

45’+2 – Duplice fischio di Mazzoleni. Juve e Crotone vanno al riposo sul risultato di 2 a 0. In gol Mandzukic e Dybala su punizione.

45’+1 – Mandzukic sbaglia tutto con un cambio gioco errato, il Crotone ne approfitta e per poco non riapre la gara ma la conclusione di Falcinelli dal limite trova la schiena di Bonucci a deviare in angolo.

45′ – Saranno due i minuti di recupero.

45′ – Bella torsione di Higuain su un cross di Mandzukic, palla a lato.

44′ – Traversone di Martella con la palla che attraversa tutta l’area di rigore ma non trova giocatori del Crotone pronti a calciare in porta.

39′ – Raddoppio della Juventus: calcio di punizione magistrale di Dybala che batte Cordaz dai 20 metri.

36′ – Colpo di testa di Benatia, su azione d’angolo, palla alta.

34′ – Prima sostituzione per il Crotone: fuori Rosi, out per la botta alla caviglia ricevuta nei primi minuti, dentro Sampirisi.

31′ – Uno-due HiguainDani Alves, il Pipita entra in area ma viene anticipato sul più bello da Martella che subisce anche un colpo fortuito dal Pipita che non riesce a frenare lo slancio.

29′ – Cavalcata di Tonev sulla sinistra, Dani Alves in scivolata, poco prima dell’ingresso in area del giocatore rossoblù, pone rimedio ma si prende un gran rischio.

28′ – Il Crotone si affaccia dalle parti di Buffon: colpo di testa da sinistra di Ceccherini, palla abbondantemente a lato.

23′ – Higuain allarga d’esterno per Alex Sandro che si accentra e serve di nuovo il Pipita che calcia ma il tiro del Pipita viene smorzato da Ceccherini.

21′ – Numero di Dybala sulla trequarti, allarga sulla destra per Cuadrado che gli restituisce palla per la conclusione ma il tiro del numero 21 viene murato dalla difesa del Crotone.

16′ – Proteste bianconere per un contatto in area tra Dybala e Ferrari ma Mazzoleni lascia correre.

12′ – Gol della Juventus: Cuadrado pennella al centro per Higuain, il Pipita non arriva per il tap-in ma Mandzukic chiude benissimo sul secondo palo, anticipa Rosi e beffa Cordaz.

7′ – Calcio di punizione di Pjanic da oltre 25 metri, la palla si abbassa ma non spaventa Cordaz che controlla con lo sguardo.

3′ – Possesso palla della Juve: cross di Cuadrado per Higuain che tenta la girata volante ma viene anticipato da Ceccherini. Nell’azione Rosi è rimasto a terra con il Pipita che cadendo, involontariamente, è franato addosso al terzino dei rossoblù che è rimasto a terra dolorante.

1′ – Fischio d’inizio del signor Mazzoleni. E’ iniziata JuventusCrotone.

Piccole curiosità prima del fischio d’inizio: la Juventus non vince da 3 partite (2 pari e 1 sconfitta) e non arriva a quattro da marzo 2012; la Juventus non perde contro una neopromossa da 23 partite di fila (19 vittorie e 4 pareggi), nelle ultime otto poi non ha nemmeno subito un gol; bianconeri non perdono in casa e segnano sempre da 36 partite di fila, solo il pareggio col Torino ha interrotto un filotto di 33 vittorie di seguito; il Crotone ha fatto 17 punti nelle ultime sette giornate di campionato (cinque vittorie e due pareggi), solo il Napoli ha ottenuto lo stesso bottino nello stesso periodo; nelle ultime quattro partite fuori casa il Crotone ha fatto 10 punti mentre nelle precedenti quattordici ne aveva fatti appena un paio.

Le squadre stanno entrando in campo. Tra poco il fischio d’inizio della sfida.

Si avvicina il calcio d’inizio della sfida dello “Juventus Stadium” di Torino, una sfida che sarà decisiva, in un senso o nell’altro, qualunque sia il risultato, per il discorso Scudetto ma anche per il discorso salvezza. Tra pochi minuti via alla diretta live con tutti gli aggiornamenti su JuventusCrotone.

Diretta live dalle ore 15

Juventus-Crotone: formazioni ufficiali

Allegri ritrova Khedira ma il tedesco, come annunciato dallo stesso allenatore in conferenza stampa, andrà solo in panchina e non potrà essere a disposizione. Assente Marko Pjaca per infortunio e Mandragora, impegnato con l’Under 20. In difesa, davanti a Buffon, ci saranno Dani Alves e Alex Sandro sulle corsie esterne, Bonucci e Benatia, non Chiellini come annunciato dal tecnico bianconero in conferenza, al centro (il Chiello in panchina per precauzione, per non sovraccaricare ulteriormente la muscolatura che in passato gli ha dato diversi problemi). Nicola deve fare a meno di Stoian. Trotta non è al meglio e andrà in panchina: al fianco di Falcinelli ci sarà Tonev. Tutto confermato in difesa con Rosi e Martella sulle fasce.

JUVENTUS (4-2-3-1) – Buffon; Dani Alves, Bonucci, Benatia, Alex Sandro; Marchisio, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Chiellini, Khedira, Mattiello, Barzagli, Lemina, Asamoah, Lichtsteiner, Sturaro, Rincon, Kean. Allenatore: Massimiliano Allegri
CROTONE (4-4-2) – Cordaz; Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella; Rohden, Crisetig, Barberis, Nalini; Falcinelli, Tonev. In panchina: Festa, Cuomo, Dussenne, Sampirisi, Claiton, Mesbah, Capezzi, Kotnik, Suljic, Trotta, Acosty, Simy. Allenatore: Davide Nicola

ARBITRO: Mazzoleni della sezione di Bergamo

Juventus-Crotone: probabili formazioni e pre-partita

L’amministratore delegato della Juventus, Giuseppe Marotta, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Premium Sport sulla giornata odierna e sul futuro dei bianconeri: «Schick, Keita e Bernardeschi? Il nostro attacco è di grande livello, nel calciomercato non sempre si deve comprare ma si deve anche non vendere. Questa è una squadra di per se già forte, oggi siamo concentrati su una partita fondamentale per la stagione perchè potremmo centrare il Sesto Scudetto consecutivo. Un punto di vantaggio alla penultima giornata? Siamo impegnati da protagonisti in tutte e tre le competizioni, arrivare in fondo ad essere significa un grande dispendio di energie e il nostro allenatore è stato bravo a gestire tutti e tre i trofei in cui siamo impegnati. Per usare un paragone con il ciclismo, l’importante è che la maglia rosa si porti fino alla fine, senza dare importanza al distacco. Siamo vicini all’ultimo chilometro, oggi dobbiamo vincere, è l’unico risultato che conta. La nostra forza è quella di essere una squadra vincente, non solo i fatturati: quando è arrivato l’ultimo ciclo di Agnelli il fatturato odierno era ben lontano di quello di sette anni fa. Più vengono le vittorie più il brand si valorizza. Tanti club su Allegri? Se lo merita, è arrivato tra lo scetticismo generale invece è un grande professionista. Rischioso incontrarsi dopo Cardiff con Allegri? No, lo abbiamo detto più volte che siamo felici di continuare con Allegri, è lui che dovrà valutare ma ci sono tutti i presupposti per poter continuare, il suo ciclo alla Juve non è assolutamente terminato».

Turnover limitato per Allegri, soprattutto in attacco dove dovrebbe rivedersi Cuadrado. Juve con il 4-2-3-1 con Lichtsteiner in difesa e con Dani Alves in panchina per scelta tecnica. In mezzo al campo mancherà Khedira, possibile conferma per Claudio Marchisio, finale di stagione in crescendo per il Principino, che potrebbe affiancare Pjanic, di rientro dopo aver scontato la squalifica in Coppa Italia. Nicola ritrova Capezzi dopo la squalifica ma dovrebbe schierare la formazione che ha battuto l’Udinese con Crisetig e Barberis in mezzo al campo e con Rohden e Nalini sulle fasce a supporto di Falcinelli e Trotta.

JUVENTUS (4-2-3-1) – Buffon; Dani Alves, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Marchisio, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Barzagli, Benatia, Lichtsteiner, Mattiello, Sturaro, Rincon, Lemina, Kean. Allenatore: Massimiliano Allegri
CROTONE (4-4-2) –
 Cordaz; Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella; Rohden, Crisetig, Barberis, Nalini; Falcinelli, Trotta. In panchina: Festa, Cuomo, Dussenne, Sampirisi, Claiton, Mesbah, Capezzi, Kotnik, Suljic, Tonev, Acosty, Simy. Allenatore: Davide Nicola

Difficile arrivare fino in fondo in Serie A, Coppa Italia e Champions League, altrettanto parlarne quando è già scoppiata la mania Triplete in casa Juventus. Allegri lo fa, e anche bene, in conferenza stampa: «Festeggiamenti per lo Scudetto? Domani deve succedere. La vittoria della Coppa Italia ci ha dato grande forza in vista della sfida contro il Crotone. Ci siamo allenati ottimamente, domani sono convinto che faremo una grande prestazione. Non pensiamo agli altri ma soltanto a noi stessi: il Crotone sta attraversando un momento molto positivo e sarà una sfida difficile. Dovremo mettere in campo serenità, semplicità e cattiveria. Domani, inoltre, ci attendiamo un grande pubblico perchè si tratta della partita decisiva. Ci sono stati tanti passaggi chiave in cui la squadra ha risposto con carattere: ora è arrivato il momento di raccogliere i frutti. Non posso che dirmi contento della crescita del gruppo e del bellissimo periodo che stiamo vivendo, inoltre è stato fisiologico aver tirato un po’ il fiato. Formazione anti-Crotone? Khedira è aggregato ma non giocherà, Dybala, invece, sta bene. In difesa: Dani Alves, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro. A centrocampo, poi, giocherà Claudio Marchisio».

Le parole di Davide Nicola, allenatore del Crotone, prima della sfida con la Juventus: «Siamo come Rango, il personaggio di un cartone animato che tutti davano per incapace e spacciato, e che poi invece mostra la sua spavalderia e ha la sua rivincita. Serve una sana follia – ha dichiarato in conferenza stampa – di chi non ha nulla da perdere. Ho visto i ragazzi molto concentrati in questa settimana di allenamenti. Sappiamo che andiamo a confrontarci con avversari che hanno raggiunto tutte le finali e siamo gratificati di poter giocare proprio contro di loro per il nostro obiettivo. Se la Juventus ha vinto così tanto è perché tratta tutti con lo stesso tipo di attenzione e fame».

Juventus-Crotone: i precedenti del match

Esiste un solo precedente in Serie A tra Juventus e Crotone, quello giocato a febbraio all’Ezio Scida. Il club bianconero ha battuto i rossoblù con il punteggio di 0-2 in un match che si sarebbe dovuto giocare a dicembre ma che fu spostato a febbraio per l’impegno in Supercoppa della Juve. In gol Higuain e Mandzukic. Il croato, ha segnato solo un altro gol su 10 partite (contro il Genoa).

Juventus-Crotone: l’arbitro del match

Paolo Silvio Mazzoleni della sezione di Bergamo è l’arbitro designato a dirigere l’incontro tra Juventus e Crotone. Il fischietto bergamasco ha diretto la Juve per 24 volte: 16 le vittorie bianconere, 4 i pareggi e 4 le sconfitte. L’ultimo match arbitrato risale allo scorso 27 novembre 2016, con la trasferta a Marassi contro il Genoa. Mazzoleni ha diretto il Crotone una sola volta in questa stagione, il 23 ottobre del 2016 nella sfida interna con il Napoli terminata con la vittoria degli azzurri.

Juventus-Crotone Streaming: dove vederla in tv

Qui di seguito tutte le indicazioni complete: Juventus-Crotone Streaming gratis e diretta tv: dove vederla. La partita sarà trasmessa dalle ore 15 come di consueto, sia sulle frequenze satellitari di Sky Sport, per la precisione sui canali Sky Calcio 1Sky Sport 1 (anche in HD), sia ovviamente su quelle in digitale terrestre di Mediaset Premium (canale Premium Sport 2). Non è tutto, perché Juventus-Crotone andrà ovviamente in onda anche in streaming per piattaforme iOs, Android e Windows Mobile per pc, smartphone e tablet tramite le app Serie A TIM TVSky Go e Premium Play. Ecco inoltre la lista dei siti aggiornati su cui è possibile vedere il calcio streaming: Diretta Streaming Calcio. Qui invece potete trovare tutte le informazioni sul sito di streaming calcio RojadirectaRojadirecta. La gara potrà essere comunque seguita anche da chi non è dotato di tv o connessione ad internet anche tramite le frequenze radiofoniche di Radio Rai con la celeberrima trasmissione “Tutto il calcio minuto per minuto”.