Juventus, Marotta: “Siamo ancora un progetto in corso”

© foto www.imagephotoagency.it

Il d.g. della Juventus, Beppe Marotta, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport nel post-partita della sconfitta contro il Napoli per 3-0. Il dirigente bianconero è stato chiamato in causa per commentare i motivi che ci possono essere dietro questa pesante perdita del club torinese: “Lo scenario del calcio è cambiato, prima Inter, Milan e Juventus vincevano facilmente, oggi il calcio si è ribellato, la giornata di oggi è emblematica. Dal basso sono salite di qualità  e spessore anche le medie e piccole. La Famiglia Agnelli sa benissimo cosa rappresenta la Juventus per i milioni e milioni di tifosi che la seguono e vorrebbero riportarla ai fasti di un tempo, però ci sono delle grandissime difficoltà  dovute al passato del club. E’ evidente che bisogna parlare di rinnovamento. Noi siamo, nel gruppo di testa, la squadra che ha cambiato più in termini di giocatori ed allenatore. L’Inter ha vinto tutto dopo aver speso molti soldi. Noi siamo ripartiti da zero, abbiamo rinnovato, non si vince solo tramite investimenti, ma tramite un modello di scelte vincente. Certo, spesso la qualità  si trova andando ad acquistare giocatori che costano, lo stiamo facendo, come con Krasic, che è stato il giocatore più pagato. Dobbiamo però trovare giocatori che fanno al nostro caso. Al momento mancano giocatori come Quagliarella, Felipe Melo, De Ceglie e Martinez, elementi importanti. Il Napoli sta avendo il successo oggi dopo un ciclo con dei collaboratori dei passati anni. I cicli si riniziano, ma ci vuole tempo per tornare ai momenti vincenti. L’obiettivo chiave della stagione è arrivare in Champions League e, nonostante due sconfitte, siamo completamente in corsa e c’è tutto il girone di ritorno. Vedo la passione dei giocatori, dell’allenatore e della famiglia Agnelli, tutti segni positivi per l’immediato futuro. Rinno di Del Piero? E’ un giocatore, come altri, non penso questo condizioni il momento attuale, è un problema contingente di diversi club, il Napoli ad esempio tratta con Cannavaro, un giocatore importante. Del Piero è un professionista serio, un capitano, che sa dare il suo apporto anche nei momenti difficili come questo, nonostante la classifica sia molto confortante”.