Allegri: «Zaza resta, Morata non pensi al gol»

© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico: «Mandragora? Ottima politica sui giovani»

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, ha rilasciato queste dichiarazioni in conferenza stampa per presentare la sfida valida per i quarti di finale di Coppa Italia con la Lazio, in programma domani sera allo Stadio Olimpico: «Giocherà una formazione importante: la presenza di Hernanes escluderebbe Marchisio, ma non parlerei di turnover massiccio. Uno tra Bonucci e Chiellini a riposo? Vedremo. Pogba ha giocato sempre dall’inizio della stagione e se ha saltato l’Udinese non vedo quale sia il problema: la squadra non ha dato segni di debolezza quando ho cambiato 4 o 5 giocatori e questo è importante. Barzagli sta bene e rientrerà in gruppo giovedì in vista della partita di domenica. Morata può e deve fare di più, ma non dev’essere ossessionato dal gol. Può capitare un periodo senza segnare».

LE DICHIARAZIONI – Prosegue il tecnico bianconero: «Scudetto? Noi siamo rientrati in carreggiata, ma al momento non abbiamo ancora fatto nulla. Non pensiamo alle 10 vittorie. La Tim Cup è un obiettivo per la Juventus e quando arrivi in semifinale o in finale acquista valore: giocare partite secche in trasferta può essere uno svantaggio. Zaza non partirà. Mandragora? È giovane e ha margini di miglioramento. La società si sta muovendo bene. L’Alessandria? E’ andata in semifinale meritatamente, è giusto che se la giochino fino in fondo. La Primavera con Grosso sta facendo un ottimo lavoro. Lirola è un ragazzo bravo come lo sono anche altri».