Lazio – Funerali Diabolik: il comunicato degli Irriducibili

© foto www.imagephotoagency.it

Lazio, la famiglia non sarà presente ai funerali di Fabrizio Piscitelli. Gli Irriducibili prendono posizione

Non sarà quella di oggi una giornata come tutte le altre per il popolo biancoceleste ma soprattutto per la famiglia di Fabrizio Piscitelli. L’ex capo ultras della Lazio è stato ucciso con un colpo di pistola nel pomeriggio di mercoledì a Roma. La Questura ha deciso che i funerali dovranno svolgersi in maniera privata. A niente sono valsi gli appelli della famiglia e così il ricorso al TAR che è stato respinto.

L’appello della famiglia

Arrivata la decisione è proprio la moglie di Diabolik, Rita Corazza, tramite i social, a fare un appello a tutti coloro che avrebbero voluto dare il proprio saluto a Fabrizio: «Alla luce della decisione del Tar ribadisco che tutta la famiglia di Fabrizio domani non si presenterà al funerale. Ad oggi non ho neanche fatto il riconoscimento della salma di mio marito. Faccio appello a tutte le persone che gli volevano bene e intendevano dargli l’ultimo saluto di non presentarsi domani all’alba al cimitero Flaminio. Solo così possiamo rendergli giustizia e stringerci insieme in un unico dolore».

Il comunicato degli Irriducibili 

Dopo qualche ora è arrivato anche il comunicato ufficiale firmato Irriducibili, il gruppo di cui Piscitelli era a capo come fondatore. Ecco quanto si legge sulla pagina Facebook “La Voce della Nord”«In segno di rispetto assoluto nei confronti dei familiari di Fabrizio, accogliamo l’invito lanciato dalla famiglia e non saremo presenti domani mattina al cimitero Flaminio. Pertanto estendiamo l’appello a tutti i tifosi della Lazio e non, e ai tanti amici di Fabrizio. E’ obbligo morale di tutti rispettare la volontà della famiglia».