Lorenzo Lucca: «Volevo l'EUROPEO, ma non era DESTINO»
Connettiti con noi

Udinese News

Lorenzo Lucca: «Volevo l’EUROPEO, ma non era DESTINO. RETEGUI ha fatto un gol in meno, ma SPALLETTI fa le sue scelte. CANNAVARO decisivo per l’UDINESE e per me»

Pubblicato

su

Lucca

Lorenzo Lucca, attaccante dell’Udinese, ha parlato della mancata convocazione in Nazionale e della squadra bianconera

Lorenzo Lucca è stato uno dei protagonisti dell’annata dell’Udinese e si è rivelato decisivo per la salvezza. Anche nel giorno della sfida col Frosinone, negli ultimi 90 minuti, quando ha servito a Davis la palla della vittoria. Su La Gazzetta dello Sport propone il bilancio della sua stagione in Serie A e le prospettive future.

EUROPEO «Avrei voluto partecipare all’Europeo, ma non era destino».

L’IMPORTANZA DELLA GAVETTA IN PROMOZIONE «Esatto. Non ho mai mollato. Quegli anni sono stati importanti. Mi fanno pensare che tutto abbia avuto un senso: i sacrifici, la vicinanza dei miei. E non sono sempre stato così alto, sono cresciuto dopo».
CANNAVARO – «L’avevo già incontrato in Nazionale, poi l’ho ritrovato all’Udinese. E mi è sempre stato d’aiuto con dozzine di consigli, mi vuole sempre concentrato perché la palla buona può arrivare anche all’ultimo secondo. E poi scherziamo molto: mi dice che se avessi giocato contro di lui non avrei toccato un pallone».

RETEGUI ALL’EUROPEO CON UN GOL IN MENO DI LUI «Le convocazioni dipendono da diversi fattori. Spalletti giustamente ha fatto una scelta diversa. Le reti contano, ma per questo tipo di contesti lasciano il tempo che trovano. Io sono sereno. L’obiettivo per la prossima stagione è confermarmi. Quest’anno ho lavorato molto anche dopo gli allenamenti: tecnica individuale, palestra, cose così».