Masiello racconta: «Genoa? Ho rifiutato la Champions League. Sul calcioscommesse…»

© foto www.imagephotoagency.it

Andrea Masiello si è raccontato in una lunga intervista al Secolo XIX tra passato, presente e futuro. Le parole del difensore

Andrea Masiello si è raccontato in una lunga intervista al Secolo XIX dove parla di passato, presente e futuro. Queste le parole del difensore del Genoa.

GENOA – «Ero all’Atalanta, giocavo in Champions League. Ma quando il Grifone mi ha chiamato non ci ho pensato un attimo ad accettare. Mi piacciono le sfide e questa è molto allettante. A Bergamo ho vissuto anni bellissimi, abbiamo costruito un percorso che ci ha portati stabilmente in Europa, con un grande allenatore e di questo sono molto orgoglioso. Ero sul mercato e ci sono state diverse richieste, tra cui quella del Genoa. La scelta per me è stata facile, ci ha pensato Mimmo Criscito a risvegliare i vecchi ricordi e le belle sensazioni. Poi importante è stato il presidente, molto carico e motivato. Gli ho promesso impegno e dedizione, faremo di tutto per centrare l’obiettivo».

CALCIOSCOMMESSE – «Calcioscommesse? Ho vissuto anni bui. Ognuno può pensare quello che vuole, io ho cercato di ricostruirmi una fiducia e un futuro, non mollando un centimetro e stando lontano da eventi negativi. Sono stati anni brutti, che non auguro a nessuno, ma con voglia e determinazione, affetto della famiglia e degli amici, sono riuscito a guardare avanti, a pensare positivo, a non perdere quella condizione fisica che mi ha poi permesso negli anni di ritornare in forma. Ho dimostrato a chi non mi voleva più in questo mondo che Masiello c’è e non ha mollato. Non è stato facile, il percorso è stato lungo e faticoso, ma sono dell’idea che con lavoro si possono ottenere grandi risultati. Non è stato facile riconquistare la fiducia dei tifosi ma alla fine ci sono riuscito».