Mihajlovic insultato a Crotone: «Mi hanno chiamato zingaro serbo!»

Toro Mihajlovic
© foto www.imagephotoagency.it

Mihajlovic insultato in Crotone-Torino: «Mi hanno chiamato zingaro serbo, vengano a dirmelo in faccia». Le parole in conferenza

E’ un Sinisa Mihajlovic furioso quello che si presenta in sala stampa a Crotone dopo il pareggio 2-2 del Torino. Il tecnico granata ha parlato degli insulti ricevuti dalla curva calabrese in occasione del match valevole per l’ottava giornata di Serie A: «Ho sentito i cori contro di me dalla curva del Crotone, certo che li ho sentiti, d’altronde era impossibile sentirli. Mi dispiace moltissimo perché io porto sempre rispetto a tutti, ma lo chiedo anche. Mi hanno chiamato zingaro, serbo: quando fanno così non offendono me ma tutto un popolo. Questa è l’Italia, purtroppo c’è tanta ignoranza ma non posso combatterla da solo».

Prosegue ancora Mihajlovic: «Credo sia molto grave che 10 mila tifosi insultino una persona. Penso anche che gli arbitri abbiano sentito e mi dispiacerebbe per il Crotone se dovesse pagare una multa per questi deficienti. Sull’accaduto si è espresso anche il tecnico di casa, Davide Nicola, che ha commentato così l’accaduto: «Nel calcio ci sono momenti di mancanza di cultura e nasce molto dall’eccessiva immedesimazione. Il nostro è un pubblico sempre leale e passionale, se possiamo migliorare lo faremo ma bisogna dare il giusto peso e trasferire i giusti valori».