Milan, attento ai bomber portoghesi: in Italia solo flop

andré silva porto
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan spera di aver trovato il suo bomber con l’acquisto di Andrè Silva ma i precedenti non sono di buon auspicio

Il Milan ha trovato il suo numero 9, il bomber da 20 gol a stagione che è tanto mancato l’anno scorso ai rossoneri. Andrè Silva è arrivato dal Porto per una cifra vicina ai 38 milioni di euro dopo una buona stagione con il club portoghese con cui ha realizzato 21 gol in 44 partite tra campionato e coppe. A 21 anni è l’astro nascente della sua Nazionale con cui ha già realizzato 7 gol in 8 partite. Eppure la storia dei bomber portoghesi è sempre stata molto travagliata e prima dell’avvento di Cristiano Ronaldo, un vero numero 9 manca dai tempi di Eusebio. Uno dei suoi predecessori è stato Pauleta che ha appeso gli scarpini al chiodo nella stagione 2007-2008, giocatore anche abbastanza prolifico ma che non era certamente un campione e soprattutto dotato di una tecnica individuale non certo eccelsa.  Ancora più sfortunati i bomber portoghesi che sono arrivati nel campionato italiano. I tifosi della Fiorentina ricordano bene Nuno Gomes, puntero arrivato dal Benfica e che riuscì a segnare appena 14 gol in due stagioni. Meglio sorvolare poi sulle esperienze di Helder Postiga alla Lazio e di Hugo Almeida al Cesena, le cui gesta sono ancora oggetto di scherno per i tifosi di queste due squadre.